29 ottobre 2010

BLOG- commenti, grafici, opinioni... che ne pensate?


(In basso qualche nuovo articolo, tra cui un analisi sui Titoli di Stato... una nuova bolla?)
Rieccomi;-) allora, me la canto, me la suono e me la godo;-) Per una volta, forse la prima, "mi guardo allo specchio" e mi dico, questa volta l'articolo era proprio carino, per di più era allegato alla storia di copertina, al termine della cronaca il mio spazio risultava quasi un editoriale. Che figo;-) fosse anche l'ultimo, dico grazie. Per gli interessati è a pag. 23 "Vita da blogger" di Buddy Fox.
Lasciamo perdere "Wall Street", tutti amanti del mercato, ma nessuno del cinema, perchè qui mi pare non sia andato nessuno a vederlo... allergici al pop corn?!;-) O troppo caro il mais?!;-)
Nessuno ha fatto commenti sui nuovi optional, che ne dite del grafichetto sull'ORO, può esservi utile? Esteticamente, stona? Che ne dite se aggiungo anche Argento e Palladio? Qualche spunto? Devo pensare anche dove metterli, in alto in basso, un po' di restyling, anche l'occhio vuole la sua parte...
E per finire, proposta indecente... e se inserissi i commenti in fondo agli articoli, come ogni blog sano di mente?! Pensate che possa migliorare l'ambiente? Naturalmente se lo inserisco, non ci saranno filtri, quindi pronti con le parolacce e naturalmente un po' di fantasia;-)
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

BILL GROSS - Quantitative easing, una bolla per i bond?


Buonasera, si sta chiudendo un'altra settimana positiva sui mercati. Poco o tanto, siamo sempre in positivo ed a contatto con i massimi di periodo, ultimamente non era mai accaduto di tenere questi livelli per più giornate e questo potrebbe essere un segnale incoraggiante. Sabato scorso Milano Finanza elogiava e decantava la bellezza delle nostre banche, "ma quanto sono belle", "ma quanto sono buone"... gustose e piacenti, specchio specchio delle mie brame... chi è la più bella del reame? Peccato che già lunedì l'incantesimo si sia rotto! Ripeto, si chiude un'altra settimana positiva di borsa, per tutti, tranne per le nostre banche, che chiudono l'ottava (non tragica) ma in pesante ribasso. A livello di timing, non c'è che dire, una bella facciata!
Oggi al TRADING ONLINE EXPO si inaugurava un nuovo tema il "BOND TIME", si parlerà di obbligazioni, con varie spiegazioni sullo strumento, quali i migliori, cosa scegliere e bla bla bla. Che sia anche questo un timing giusto per... una nuova facciata?
Recentemente PIMCO, il più grande gestore di BOND al mondo, che come più volte ho immaginato e fantasticato, vedesse nella scrivania del boss Bill Gross un telefono rosso (stile Batman) per le chiamate d'emergenza alla Fed, ha sentenziato la fine della trentennale dominazione del mercato obbligazionario.
Cosa vuol dire?
Il mercato dei Titoli di Stato ha trovato il suo abisso con la mega inflazione dei primi anni Ottanta, eredità degli anni Settanta e dei picchi petroliferi, un'inflazione combattuta ed abbattuta a colpi di tassi dal gigante Volcker, una vittoria storica che portò ad un successivo e lento declino dei tassi d'interesse con ovviamente il relativo aumento del prezzo delle obbligazioni. Tra alti e bassi, qualche bufera e piccole tempeste, il pianeta ha vissuto con un clima di bassi tassi d'interesse, l'era del denaro facile. Bill Gross dice che ora è finita! I tassi riprenderanno a salire e chi avrà i Bond si farà del male.
Sinceramente queste previsioni le ho sentite pronunciare da vari gestori più e più volte in quindici anni e mai si è avverata, più o meno come la previsione sul recupero del Giappone.
Però è anche vero che lo strumento obbligazionario non è immune alle forti perdite, siamo noi ad essere viziosamente abituati al concetto che l'obbligazione garantisce l'investimento e se un giorno ci svegliassimo con un improvviso e brusco rialzo dei tassi? Non parlo di default, con l'Argentina l'abbiamo vissuto, intendo i grandi titoli di stato, quelli dei paesi marchiati A o tripla A.
Negli ultimi anni, alle persone che seguivo ho sempre preferito consigliare pochi Bond, o almeno solo a breve scadenze. Per ora sto sbagliando, perchè le obbligazioni crescono e perchè i tassi dovrebbero salire? Tassi più alti significano interessi debitori maggiori per paesi che già affogano nel debito. Questo è vero, sarebbe un danno per tutti, ma è anche vero che il clima e l'era del "denaro facile" non può durare in eterno. Forse il Quantitative Easing potrà regalarci maggiori indizi...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

BUON COMPLEANNO - Pelè ne fa 70


Il 22 Ottobre Pelè ha compiuto 70 anni. Il migliore giocatore del mondo? O forse lo è stato Maradona? Tra l'altro quest'ultimo ne compie 50 in questi giorni. Strano destino, così distanti, ma così vicini. Ma chi dei due è stato the best? L'eterna domanda incompiuta. Sul tema Gigi Garanzini ha fatto 3 puntate leggendarie nel suo "A tempo di sport", un amarcord commovente, un collage di interviste, narrazione, riferimenti storici e tutto quanto può far innamorare del calcio. Maradona crea la mania, perchè travolge gli animi, quanto la sua corsa ed il suo dribling, e più aumenta la sua velocità e la sua destrezza, più il nostro cuore accelera aumentando il battito che quasi sempre sfoga e si conclude con la magia del goal. Ribatto i puristi del calcio, dicendo che come Pelè non ce n'è. Se volessimo proprio risalire alla crusca di questo sport, qualcuno ha detto che più completo di Di Stefano non c'è mai stato nessuno.
Maradona forse è stato il migliore perchè è stato visto non solo dal pubblico presente, ma anche dalla ramificazione estrema della multimedialità. Bastava avere un televisore in casa per vedere Maradona, dalla presentazione fastosa napoletana in poi, Pelè invece era nascosto nel suo Brasile e le uniche apparizioni internazionali erano con il Brasile: 3 mondiali vinti, se vi sembra poco.
Quando penso a Pelè ed all'orchestra divina che suonava intorno a lui mi domando sempre: "sono più fortunato ad essere ancora giovane e ad accontentarmi della pochezza del calcio d'oggi, o sarebbe stato meglio avere 60 per aver visto Pelè, Puskas, Eusebio, Di Stefano, Best, Cruijff, Beckembauer e... continuate voi"???
E secondo voi, chi è stato più forte tra Pelè e Maradona?
A me basta ricordare il gesto della "perla nera" nel film "fuga per la vittoria", un arco tracciato da un compasso sinuoso che si staglia nel cielo, impatta la sfera che si dirige nel vertice basso, luogo maledetto dai portieri perchè irraggiungibile. Anche la geometria può essere arte, se a farla è un certo Pelè.
Ogni volta che sento quel clarinetto suonare, l'accenno vibrante delle prime note, la mia pelle si rizza, si accende un'emozione, perchè già immagino quel che succederà dopo e sembra di sognare, ma è la realtà, quella di un uomo che si trasforma per qualche secondo in angelo, si alza in volo, compie il suo miracolo e ritorna uomo...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

28 ottobre 2010

On the floor - TRADING ONLINE EXPO A MILANO O TRADING ONLINE A CASA? (E Simon Le Bon Duran Duran)


(Qui sotto trovate articoli sul Dollaro e attesa per il Quantitative Easing. E le prime email con le riflessioni su "WALL STREET 2")
E poi vi ricordo che oggi e domani sono in edicola con un pezzo sulla storia di copertina relativa alla borsa ed al trading online, aspetto vostre opinion.


Buongiorno, oggi è incominciata la Fiera del Trading a Milano in Piazza Affari, ormai un appuntamento fisso e conosciuto, quanto la Fiera del mobile, lo Smau o il Bit. Sembra che ci sia la folla oggi e questa è una bella notizia, è giusto informarsi, approfondire le conoscenze, curiosare, altra cosa è pensare di arrivare nel paese dei balocchi e piantare gli zecchini d'oro pensando che cresca una pianta.
Chi di voi ha partecipato? Come potete immaginare io sono a casa, la carne al fuoco è molta, STM che sgomma (ho opzioni call in carico) ed altri titoli, ma la cosa che più mi interessa è il comportamento del mercato e le reazioni alle varie notizie. Ieri siamo saliti dopo i dati di Bank of China e siamo scesi sui buoni dati dell'immobiliare USA (altri riferiscono su rumors apparsi nel WSJ). Wally ieri sera si è ripresa, questa mattina Piazza Affari è partita lenta per poi lanciarsi grazie alla trimestrale di Eni che fa da traino. E questo pomeriggio? Come reagiranno i mercati ai dati macro? Ed è proprio questa la parte più interessante, utile per poter interpretare le attese del mercato in vista dell'appuntamento con la Fed. I mercati vogliono le cattive notizie? O i mercati vogliono crescere grazie alla crescita?
Gli utili delle società sono fin qui per la maggior parte positivi, ed è proprio questo buon tono che sta tenendo i listini agganciati ai massimi (tranne Piazza Affari sempre sotto il livello limite di rottura), vicini a quel cancello che se spalancato, ci permetterebbe di vedere il traguardo della "Zona Lehman".
Mi sono messo al ribasso sull'indice. Assurdo? No, è un allenamento, tengo aperte le posizioni sui titoli (esposizione massima), visto che quelli ben impostati non temono la debolezza, e cerco di incassare qualcosa con il trading. A 21,700 raddoppierò la posizione, su rottura, ciao, chiudo e vado in stop loss.
Voglio ribadire, io sono stato, sono e rimarrò convinto rialzista. Lo sono stato quando nessuno ci credeva, sono rimasto quando molti hanno abbandonato e volete che proprio ora getti la spugna?!;-)
Ps. ma come ho fatto a dimenticarlo?! Ieri era il comply di Simon Le Bon, per chi non l'avesse conosciuto, era il cantante dei miei amati Duran Duran, il periodo di tanta fuffa, sempre nel mio cuore... può essere che io sia fuffa?!;-)
Ecco una delle mie canzoni preferite di quel gruppo, ascoltiamola insieme...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

27 ottobre 2010

DOLLARO, QUANTITATIVE EASING E MERCATI


Rieccomi!;-) Contenti per STM oggi?! Non è morta e ci sono molti prodotti in gestazione che al pubblico non sono noti... ma non si canta vittoria, domani potrebbe essere annullato il bel segnale, quindi me ne sto zitto;-)
In questo periodo tutte le email che mi arrivano hanno un unico e monotematico oggetto, quale? Non indovinate? IL DOLLARO.
"Buddy che devo fare con i dollari?", "...hai comprato Dollari? Tu, proprio tu?!?!", "Che mi dici, compro dollari? E' arrivato il momento?", "Sei sicuro di quel che fai? Sei sicuro che sia il momento giusto per comprare Dollari"... e via di questo genere, io ho fatto un veloce e banale riassunto.
Allora, dovreste aver già imparato che se cercate la sicurezza, non la troverete di certo sui mercati, meno ancora in periodi di "terra incognita" come quelli che stiamo attraversando, "hic sunt leones", per le pecore non c'è spazio, quelle vengono scannate. Seconda cosa e credo di averla già scritta, non credo ve l'abbia prescritto il dottore l'obbligo di operatività, non è una medicina, non è uno sport, non è una necessità a meno che questo non sia il vostro pane, a meno che il rischio e l'emozione sia le vostre droghe. L'attesa, ormai è arcinota, è tutta rivolta alla prossima settimana (dimenticando le precedenti attese, ma di questo vivono i mercati), il verdetto FED, le aspettative sono fin troppo alte e come vi ho scritto più volte dalle alte aspettative non si raccolgono mai nè sorrisi nè soddisfazioni.
In questi giorni si scrive e si parla solo di questo, cosa farà la Fed? Di che entità sarà il Quantitative Easing? Sembra che grazie a questa mossa il mondo economico risorgerà o crollerà. A me tutto questo fermento mi sembra eccessivo, quasi ossessivo, mi sembra che la nevrosi abbia ormai raggiunto livelli sesquipedali.
Come posso sapere quanta liquidità stamperà Bernanke? Non lavoriamo nella zecca nè siamo i piloti dell'elicotterò che porterà Bernanke a sorvolare il mondo versando banconote su tutti i mercati.
Possiamo solo ipotizzare e questa volta lo farò con l'aiuto dell'analisi tecnica. Sul forex e precisamente sull'Euro/Dollaro si è formata una figura emblematica. Uso l'analisi tecnica perchè questa volta la figura è di quelle che difficilmente si presta ad alibi e non tradisce: il diamante. I livelli chiave sono a supporto 1,37, se rompe si va secchi a 1,33; mentre la resistenza è 1,41, se bucata si va a 1,45.
Naturalmente prendete i livelli con le relative sbavature. In questo momento il cambio è sotto scacco, nel senso che domina una figura ribassista sull'Euro, ma questo conta relativamente. L'unica certezza è che se il DOLLARO salirà, scenderanno le borse ed è per questo che sono stato costretto a coprirmi con i Dollari su queste quote, ma conoscete bene la mia previsione... e la vostra?
Ps. vi ricordo che tra domani (Milano e grandi città) e Venerdì sarò in edicola con un mio articolo sulla storia di copertina del settimanale... 3 euro, suvvia, 3 caffè in meno e così per una volta condivideremo una giornata senza caffè, farete compagnia al povero Volpino tutto solo senza la sua caffettiera;-)

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

WALL STREET 2 - Ecco chi l'ha visto...


Buonasera, tra le poche email che mi sono arrivate, non poteva mancare quella speciale del nostro operatore di borsa preferito: Everardo. Non solo una giudizio cinematografico, ma una critica da chi i mercati li ha calpestati e li conosce bene.
Vi riporto il prima e dopo, la grande attesa, la preparazione per la serata al cinema e poi... e poi leggete qui sotto;-)
"Buonasera sig. Fox,
questa sera andrò a vedere il film al cinema con mio nipote (saranno 10-15 anni che non ci vado)...anzi il nipote. Tra i tanti è quello che ho scelto per la visione del film...assetato di denaro, avido, arrivista, ma rispettoso..
L'ho chiamto al telefono, mi ha detto in un linguaggio tutto suo "Tranqui noni, mi collego sul sito e faccio i biglietti on line subito"...
poi le dirò...
buona serata. Everardo"


E dopo? Com'è andata, gli sarà piaciuto? Di solito le grandi aspettative non portano mai grande piacere, ma Wall Street è pur sempre Wall Street... o no?!;-)

"Buona sera sig. Fox.
Sono appena rientrato dalla visione del Film. Poche parole. Sarò molto breve e succinto quanto la mia enorme delusione. Il Film parte bene con un Gekko Gordon in grandissimo spolvero. Si capisce già che scalpita. Poi la pessima scelta della sua spalla del film...un ragazzino con lo sguardo vuoto, senza spinta e grinta..nulla a che vedere con il vecchio Buddy, ingrassato ma pur sempre eccezionale in quel minuto di apparizione. Un copione troppo sbilanciato sull'ecologico, sulla storia della figlia di Gordon (sempre in lacrime nel film al limite dell'insopportabilità). Ma la cosa piu' brutta del film è l'idea di demolizione che il sistema America (pieno di dietrologie e socialismo imbonito) hanno dato allo spettatore in genere. L'idea che ne viene fuori, ad uno spettatore poco avvezzo alle notizie finanziarie è che il sistema Americano sia il male di tutti i mali, immorale e capace solo di creare agli altri dolore e male a discapito di pochi.
Addiritura mi è sembrato che con questo film si sia voluto demolire il sogno Americano. Non è così. Ognuno sceglie la sua strada. Se fare parte di un sistema o meno. Quel film non lascia scelta.
Pessimo Copione,pessima sceneggiatura, pessimi attori (il Migliore è stato sicuramente il cattivo di turno insieme al vecchietto) con un finale al limite del ridicolo (Gekko Gordon ) che fa il nonno dove vissero tutti felici e contenti.
Mi aspettavo altro.Mi aspettavo scene di vita quotidiana di un piazzista.
Ne è uscita fuori solo un misto socialista spacciatamente antiamericano.
E la cosa terribile è che gli americani stessi non se ne accorgono.
E' crollato un mito.
Non mi aspettavo che Douglas visto questo copione ridicolo accettasse di recitarlo.
Una delusione tremenda.
Everardo"


Anche il DUCA nel suo blog ha scritto una recensione (possiamo definirla così anche non essendo critici cinematografici?!), meglio definirla una riflessione molto profonda, arguta ed elaborata. Si sente, dalla passione nella narrazione, che il film l'ha gustato, sorseggiandolo a piccole dosi, calibrando l'osservazione sui passaggi chiave... non voglio rimestare troppo ed annoiarvi, leggetelo voi stessi, risulterà più appagante.

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

26 ottobre 2010

TRADING ONLINE EXPO 2010, O FESTIVAL DELLA SCIENZA DI GENOVA?


"Non c'è un numero di osservazioni, per quanto alto, che ci permetta di inferire che tutti i cigni sono bianchi, ma l'osservazione di un solo cigno nero non basta a dire che non lo sono". Di chi è questa frase? Su avanti, caffè pagato a chi indovina... non potendolo bere, almeno ne sentirò il profumo;-)
L'avete riconosciuto? Si è proprio lui, l'inventore della metafora sul "cigno nero", colui che dalla crisi e dall'imprevedibilità dei mercati ha fatto l'operazione, il trade vincente. Ne può bastare uno, in tutta la vita, che sia quello giusto ed hai la rendita assicurata. TALEB sarà ospite il 29 Ottobre al Festival della Scienza di Genova. Lo stesso giorno, a qualche centinaio di km di distanza, a Milano, in Piazza Affari ci sarà il TOL (Trading Online Expo) 2010, la fiera del marketing di prodotti e di sogni. Per chi è in zona, il menù è servito, a voi la scelta.
Ps. proprio in quei giorni (tra giovedì e venerdì) uscirà in edicola la mia rubrica e questa settimana sarò nella storia di copertina. Maggiore visibilità, una chance in più e quindi... 3 euro, su spendeteli;-))) Rinunciate a 3 caffè, siate solidali con il vostro caro amico Buddy Fox;-) La vostra opinione sul pezzo mi sarà utile, questa volta mi è necessaria, un primo vero esame, anche perchè è sempre tutto provvisorio, questa settimana ci sono, ma la prossima chissà... l'emozione dell'imprevedibilità. Ciao
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

On the floor - LA LAZIO IN TESTA ANCHE IN BORSA


Wake up everybody canta dolcemente John Legend, tanto sensuale da conquistare ogni donna... svegliati invece dovrei urlare a me stesso, altro che dolcezza, ci vogliono le maniere forti. E' colpa del caffè che mi manca così tanto? O la colpa è della mia attuale obnubilazione mentale, diciamo un cervello lesso che non reagisce agli stimoli nemmeno quando le occasioni cadono dall'albero, ai tuoi piedi, ti basta solo raccogliere. Probabilmente ho la testa tra le nuvole e non guardo nemmeno dove cammino. O forse è perchè quest'anno ho deciso di non seguire il calcio? La realtà è durissima, la Lazio in 1 mese è passata da 0,35 circa a 1,56 di oggi. Diciamo un 400% di rendimento! Ovvio, filtriamo tutta la situazione, il fatto che non avremo comprato ai minimi o che già avremmo sganciato qualche pezzo etc etc. Ma anche fosse un 200% cosa ne pensereste? Questi sono i regali che fa la borsa, ogni anno ne capitano almeno 3, e dopo una performance del genere, si può anche stare tranquilli fino a Natale, ed al diavolo Bernanke ed il Quantitative Easing, noi siamo fuori e guardiamo da spettatori, possiamo permetterci di entrare solo quando la situazione è chiara. Queste sono le posizioni di forza, quando il trading diventa libertà ed indipendenza.
Il sogno è finito, torna la dura realtà, le Lazio non sono nel mio portafoglio e si dovrà lavorare ancora duro per arrivare a Natale e con l'enigma Bernanke davanti a noi, l'ostacolo più alto prima dello scatto finale.
Ieri a Piazza Affari le banche hanno nuovamente spento le fiammate rialziste, ma se osservate bene, nel sottobosco, tra le foglie cadute e l'erba alta (dovuta alle abbondanti piogge) troverete tanti piccoli elfi e gnomi in festa, ballano tra una sospensione al rialzo e l'altra: ARENA festeggia il cambio di proprietà, BIALETTI si risveglia, tra i miei titoli segnalati uno dei pochi che si è comportato decentemente è BASICNET (2 beccate!), BREMBO - COIN - INDESIT - PIAGGIO - MAIRE - SABAF etc etc. la squadra della middle industria italiana va avanti compatta con ottimi rialzi. Un passettino alla volta, quasi inosservati, ma avanzano! Questi sono segnali che il terreno bolle e se non ci saranno stravolgimenti, finalmente, dopo tanta attesa e dopo aver piastrellato il pavimento in tutti questi mesi, si inizia a ballare.
Penso a BIESSE, deve salire! E CARRARO? Se Caterpillar corre, anche i trattori italiani devono iniziare a marciare... e poi tutti gli altri titoli già segnalati, ma non voglio creare false aspettative, qui siamo ancora in gestazione, il baby non è ancora nato...
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

22 ottobre 2010

WALL STREET "MONEY NEVER SLEEPS" (Today is the day)


Ogni volta che sento questa musica la mia mente si collega direttamente con un altro mondo, si perchè quella era proprio un'altra cosa. Quella finanza era musica sinfonica, oggi tutti cercano di strimpellare e tra tanti suoni, molti stonati, qualcuno emerge, ma è il trambusto che domina nella cacofonia finanziaria.
Buonasera a tutti, finalmente è arrivato il giorno! Chissà quanti si saranno ormai stancati di leggermi a causa dei miei pezzi monotematici... che palle che sei Buddy! Altri argomenti?!;-) Dai sopportatemi, ancora qualche giorno, l'inserimento dei vostri commenti e poi è tutto finito... e poi un "WALL STREET 3" tranquilli, non capiterà;-)
Questa sera credo che mi guarderò l'originale, giusto per rinfrescarmi la memoria, può sembrare assurdo (per me è magico) ma ogni volta colgo qualche particolare in più, mi basta una battuta, una scena, un'inquadratura particolare per accendere la fantasia e l'immaginazione e magari ricamarci qualcosa, lo spunto per un pezzo o la spinta per una nuova ricerca. E' un po' che non lo rivedo, ma prima di affrontare il sequel ci vuole, anche per avere un maggiore contrasto e per fare un confronto.

Vi sto piazzando alcuni trailers, per i pigroni che non hanno voglia di (ri)vederlo, e soprattutto se sentite il pezzo qui sopra, capirete da dove deriva il titolo "Il denaro non dorme mai"... è stato sempre il mio sogno, avere un Maestro che mi chiamasse all'alba per una dritta, per una lezione, per insegnarmi qualcosa o per dirmi che sul mio conto mi ha versato una cifra;-) Forse però il piacere lo puoi provare se all'alba, invece di una chiamata di Gekko, a svegliarti è una carezza o un bacio di Mila Jovovich;-)
Ci sono alcune leggende che circolano sul film Wall Street, sono passati 24 anni ed ancora le leggende rimangono tali, con molti dubbi e veli mai scoperti, questo è il suo bello. Per esempio molti affermano che il film sia dedicato a Michael Milken e Ivan Boesky, ovvero gli autori, i geniali inventori dei JUNK BOND (obbligazioni spazzatura), a dimostrazione che l'ingegneria e l'alchimia finanziaria non sono figlie della bolla immobiliare, ma sono il prodotto degli ultimi 35 anni, che hanno avuto inizio con il premio Nobel a Milton Friedman (teorico del Monetarismo) e che come un fiume in piena ha travolto l'equilibrio tra economia e finanza, portando all'estrema forza ed al comando la prima, schiacciando e schiavizzando la seconda. La finanziarizzazione del sistema sembra avviarsi verso un lento e adagiato tramonto, non privo di colpi di coda con schizzofrenici ed improvvisi sussulti.
Qualcuno ricorda come finirono i fatti sopra citati negli anni Ottanta? Il confronto tra ieri ed oggi è spontaneo, se pensate che la speculazione sui Junk Bond e la relativa euforia fu stroncata prima da un crollo storico del Dow Jones (castigo comune ad ogni irrazionale rialzo) e da una punizione giudiziaria, con la carcerazione sia per Milken che per Boesky, i principali attori pagarono in prima persona. Oggi i risparmiatori hanno subito il castigo dei mercati, questo parte è stata rispettata, ma in merito alle punizioni qui la storia cambia, se pensiamo che per tutto quanto è accaduto sui mercati e sul credito chi ha pagato, il principale imputato è Madoff, verrebbe da ridere se non fosse per la distruzione finanziaria ed economica di molte famiglie. Anche in questo gli anni Ottanta avevano una marcia in più. Tornando al film, ho una teoria personale, per il sottoscritto il film è dedicato a Carl Icahn, uno dei più noti squali, un vero raider, il classico scalatore di borsa, questo potrebbe esser stato il vero spunto per l'ideazione di Gordon Gekko e dall'altro lato se vogliamo anche di Lawrence Wildman (il cognome è tutto un programma!;-))

Guardate quest'immagini, non vi agitano l'animo, non accendono l'ebrezza e l'entusiasmo. Questa era la borsa, un groviglio di voci e di essere umani, un elite, arrivarci era difficile, ma questa era la sfida, raggiungere l'Olimpo, scalare, faticare e raggiungere il traguardo. Oggi la borsa ed i mercati sono a portata di tutti, la democrazione, se vogliamo forzare il termine, domina, tutti possono riuscirci, ma siamo tutti soli, davanti ad un monitor senz'anima e senza cuore, ci affiacciamo mascherati e nascosti dietro uno schermo ed affacciati a semplici numeri che non regalano emozioni ma solo calcoli. La fantasia e la creatività giacciono sotto il mouse. Non esistono più simboli, gesti incomprensibili al grande pubblico che appartenevano al club privè, essere un broker era sinonimo di alieno, inteso come persone che vivena in un altro pianeta, sul monte più alto, capace di dominare l'intera vallata economica, potendo così vedere lontano ed anticipare la platea di risparmiatori. Oggi di insider, di scalate, di colpi di mano, di pettegolezzi finanziari, di tutto quanto era estro, invenzione e leggenda finanziaria esiste ben poco. Ieri era poesia, oggi è prosa. Ieri si viveva nell'epica, oggi è fredda cronaca colorita dalle continue previsioni di un futuro bruciato dallo scorrere delle quotazioni. Lo so cosa volete dirmi, "scordatelo che si tornerà indietro", non voglio rinunciarci, ma dentro di me sono conscio, però le cose cambieranno nuovamente e prima o poi, alla finanza cybernetica si dovrà associare l'uomo come animatore e protagonista del palcoscenico. Alzi la mano chi, vedendo le immagini che vi ho riportato, non provi nostalgia nel rivedere il "mercato alle grida", nel vedero quel variopinto quadro allegorico, una tribù che parla una lingua incomprensibile, ma così identificabile e nel suo genere affascinante, non vorrebbe un revival???
Internet può permetterti di arrivare a tutto, di accorciare ogni distanza, di diventare Buddy Fox o Gordon Gekko da casa tua, senza alzarti dalla poltrona, senza possedere un vero ufficio, ma è tutto circoscritto, l'illusione è di esserci riuscito, ma rimane limitato, l'uomo senza il contatto con un altro essere umano è incompleto. Facebook può essere il mezzo, ma non il completamento.
Buona visione e se vorrete inviarmi i vostri commenti, non esitate! Poi li pubblicherò qui e magari faremo qualche riflessione... sempre se non ne avrete abbastanza!;-)

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

21 ottobre 2010

Ciak Volpino - WALL STREET 2 "MONEY NEVER SLEEPS" (E' la vigilia!)


Ciao a tutti... l'altra sera ho iniziato gli allenamenti con la mia nuova squadra di calcio, non male direi, mi manca ancora molto fiato, ma la dieta sembra funzionare, non ho avuto bisogno della gru per alzarmi dal letto la mattina seguente;-) L'allenamento è stato divertente, i miei compagni, come dire, non sono dei lord;-) la finezza non è la loro qualità principale, però è divertente ascoltarli ed anche farsi prendere in giro, mi chiamano Calimero... per via della mia cesta in testa tutta di capelli, sempre meno, ma chissà perchè i miei si gonfiano;-) Aspetta che i compagni prendano confidenza e poi è la fine. In ogni caso è una nuova esperienza ed è divertente provare, se non altro servirà ad aumentare il fiato ed a tonificare i muscoli... gli stessi muscoli che sarebbero serviti oggi per spingere le borse. L'andamento della giornata non è stato esaltanto, o meglio non come mi aspettavo e quindi per me vale come una giornata NO. E' svilente guardare il raffronto degli indici, mentre il DOW JONES ritocca i massimi di questo SUPER RIMBALZONE (toccati in Aprile) ed il DAX vede i massimi di questo movimento, noi ci dobbiamo accontentare aggrappandoci al tetto del solito livello di quest'Estate. Chissà se a Tremonti capita mai di guardare queste statistiche.
In ogni caso, torniamo ad argomenti più divertenti... dagli USA mi hanno già scritto dei giudizi sul film WALL STREET 2. Ebbene si, ho dei lettori anche dall'America, Volpino internazionale;-)
Oggi ho adirittura comprato il settimanale "A", non è una delle mie letture preferite, solo perchè c'era un servizio speciale sul film... ditemi malato!;-)
In ogni caso non ho grandi aspettative, perchè il primo non si batte, ma visto che è Oliver Stone, credo che riuscirà in qualche modo a reggere il paragone, anche se in questo io (ovvero Buddy Fox), non ci sono:-(((
Naturalmente mi aspetto da Voi qualche impressione e commento da pubblicare, non deludetemi... dai scherzo, come al solito, chi ha voglia mi scrive, senza problemi, vi amerò lo stesso.
Mi raccomando però, se andate a vedere WALL STREET 2, prima dovete vedere l'originale WALL STREET con Gekko e Fox, altrimenti non vale!
A domani

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

20 ottobre 2010

SUPER RIMBALZONE - Chi accenderà la miccia, Wall Street o la Cina?


Lunedì sera, Barisoni, con il solito sarcasmo, a volte graffiante a volte stonato, raccontava dell'inutile incontro a Shanghai tra cinesi e l'economia Occidentale, organizzato dal Fondo Monetario Internazione. Schiacciando sull'acceleratore della farsa, aveva accompagnato la notizia con il sottofondo della "Pantera Rosa". Il giorno dopo? La Cina alza a sorpresa i tassi, di conseguenza lo Yuan si rafforza sul Dollaro e lo stesso biglietto verde recupera sulle altre valute schiacciando violentemente le Materie Prime.
Se qualcuno si aspettava un nuovo "Plaza", sarà rimasto a bocca asciutta, ma forse quell'incontro tanto inutile non era... ma nessuno l'ha ricordato. Il più delle volte queste cose non avvengono così per volontà del caso, forse sono le notizie che ci forniscono che arrivano con scarsa competenza o solo per accendere la polemica.
In tutto questo la nostra borsa ha reagito bene e per la prima volta ha tenuto più di tutte le altre e questo, dopo molto tempo è finalmente un buon segnale. Ora, superato il vuoto d'aria, siamo di nuovo a contatto con quel livello che mi sono ormai stancato di ripetere e domani mattina c'è la Cina. Per domani sono attesi dati importanti da Oriente.
Spaccheremo finalmente al rialzo oppure dovremmo ancora attendere il responso da Wall Street? Per com'è la situazione ora, sembra proprio che possiamo anche farcela da soli... domani si vedrà, ma se veramente sale e può salire, deve essere un rialzo di almeno un 2% dell'indice altrimenti rimarrà un nulla di fatto. Buona serata.
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

APPLE - Una mela al giorno leva la recessione di torno...


Era partito così, geniale sbarazzino, dal solito garage americano, jeans, felpa e tante idee e fantasia. Oggi guida il secondo gruppo a Wall Street per capitalizzazione dietro ad Exxon Mobile. Chi l'avrebbe immaginato? Credo pochi, se è vero che a 200$, a 300 dollari sono in molti a volere la mela (ora proibita), ma erano ben pochi ad avere lo stesso appetito 7 anni fa, meno ancora all'inizio della bolla internet. Vi basterà guardare il grafico qui sotto che riporta i prezzi dagli anni '80 ad oggi. Pensate che in piena bolla internet, quando tutto saliva con il lievito istantaneo, il titolo sfiorò i 50$ e poi scese nel post bolla fino a 10$. Oggi ne vale 300$ e se la matematica non è un'opinione, questo vuol dire che Apple in 7 anni è volata ad un +3000%. Contate bene gli zeri. Questi sono gli affari della vita, bisogna avere pazienza, coraggio, lungimiranza, perchè in questi 7 anni di cose ne sono accadute, se pensate che nel mezzo ci sta quella piccola "crisuccia";-) da molti paragonata ad una nuova Depressione anni 30. Ed invece Apple è lì, sulla vetta. E pensare che quando la famiglia Fossati (già azionista in Telecom) nel 2008 comprò una partecipazione dello 0,4% del capitale a 130$ circa, si pensava che il prezzo fosse già caro. E chissà quante risate dall'analisi tecnica quando il titolo successivamente crollò fino a valere poco più della metà... ma oggi è lì e chi ha avuto nervi saldi, ora gioisce. E' tutta una questione di metodi, di tempi e di esigenze. APPLE è la dimostrazione chiara, limpida e palese che ogni titolo ha vita propria, certo è influenzato dall'andamento del mercato, ma capita anche che si sganci e possa sovraperformare sfruttando i momenti toro e sappia difendersi scendendo meno nei momenti orso.
Chiarisco subito che di APPLE non ne ho nemmeno una, nemmeno il torsolo ho assaggiato. Una cosa del genere mi sarebbe riuscita con ABB, l'ho già raccontata, ma sono ancora giovane e di opportunità ne capiteranno ancora, l'importante è trovare la fiducia nel cliente e la pazienza.
APPLE l'altra sera ha pubblicato una trimestrale ottima ed i prezzi sono lì a rappresentare quel boom di profitti, ma il titolo è sceso. Il motivo? A me appare semplice, non si è mai visto un titolo che sfondi al rialzo dopo un trend rialzista ininterrotto. Uno dei gerghi più noti e semplici è: "compra sulle voci e vendi alla notizia", adattabile ad ogni storia. Ma con le sofisticazioni di oggi si tende sempre più a dimenticare l'antico gergo, il più classico e semplice ed a volte il più efficace.
Che poi gli analisti e la stampa abbia voluto giustificare la discesa causa di una diminuzione degli ordini di I-pad, o delusione di alcuni numeri o un'incertezza sui profitti futuri, per me è solo fuffa. Il titolo aveva corso e per di più aveva lasciato un gap-up aperto in zona 300$ e doveva chiuderlo, quale migliore occasione se non l'uscita della trimestrale.
Ora dal mio punto di vista il titolo ha fatto un top di periodo, sembra molto chiaro, se dovesse superare 320$ si annullerebbe il segnale, ma siccome io non vado a braccetto con i SE, credo che qui per un po' si ferma e magari possa lievemente indebolirsi. Ora, quali saranno i motori del Nasdaq?
INTEL che ha recuperato i 19$ ed è ben impostato? Trascinerà i semiconduttori? (Tra l'altro domani uscirà la trimestrale di NOKIA) Oppure guardando il mercato generale toccherà alle banche, trainate dalla ritrovata GOLDMAN SACHS?
Per chi è ribassista questo potrebbe essere un buon motivo per credere alla discesa, per chi come me rimane ostinatamente, coerentemente e fortemente rialzista, pensa che altri cavalli daranno staffetta ad un mela ormai matura...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

C'ERA UNA VOLTA "LE GRIDA" (A Piazza Affari) - La poesia finanziaria


Buongiorno, per gli affezionati dello spazio, ritorna finalmente l'amico Everardo. L'assenza è causa mia, perchè ho voluto dare spazio e luce ad altri temi, un po' di egoismo, ma dura poco. Ecco a voi il nostro caro amico, è in gran forma, ispiratissimo. Come Omero cerca di cullarci nel viaggio intricato e complicato dei Mercati Finanziari... peccato che non possa cantare, io lo immaginerei come Paolo Conte. Ed ora, musica...

"Buon giorno Sig. Fox
Sono molto felice per lei. Leggo della sua prima paga da scrittore (e questo dovrebbe essere una soddisfazione che vale 1000 Trade) Poi si sta anche disintossicando...bene.
Io non ho mai creduto a chi mi diceva. "La mattina metto gli ordini, spengo il pc e la sera torno ed è tutto ok"...Il mercato va seguito costantemente...mattina,pranzo e sera...
Il suo vecchio Everardo è sempre impietrito...I Nipoti mi hanno regalato una stufa al Pellet o come cavolo si chiama...Da vecchio brontolone dico.."dov'è la fregatura?"...Nessuna...è tutto ecologico..
Bene dico io...Grazie infinite..e metto la mia nuova stufa al pellet al centro del salotto affianco al caminetto.Prime impressioni...Consuma il primo sacchetto neanche fosse una Ferrari che fa 2 km al Litro...Vado a comprare una "Ricarica"...ed ecco la fregatura...alla faccia dell'ecologia un sacchetto di pellet venduto a Peso D'oro.
Perchè le ho detto questo?...perchè il Caminetto dal fuoco lento e romantico..e la stufa a Pellet...riscalda come il caminetto...ma ha un costo 10 volte superiore...
I mercati oggi sono questi...alla costante ricerca di carburante(Pellet)...
Tutti gli altri mercati vanno a Pellet(Usa,Dax e compagnia)...Il Nostro Amato Mibtel va a legna....Il Dilemma è...Fa bene il nostro Mibtel ad andare piano e a fregarsene dei rialzi degli altri per avere una crescita meno speculativa in avvenire? Oppure ormai i vecchi caminetti andrebbero buttati perchè lenti ed obsoleti?
A guardare i grafici mi verrebbe voglia di dire che il caminetto Mib stia costruendo una base per fare nuovi minimi sotto 12350 in caso di discesa(vista la clamorosa sottoperformance -10% Usa)...
Rimango ancora impirtrito di fronte a questa scelta..
Buona giornata.
Everardo"


Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

18 ottobre 2010

Ciak Volpino - WALL STREET 2 (inizia il conto alla rovescia!)


Se ancora non conosciamo la data in cui sarà rotta questa congestione, di certo conosciamo la data in cui uscirà nelle sale cinematografiche il nostro film: WALL STREET 2 (Money never sleeps), il giorno è Venerdì 22 Ottobre 2010.
Siete pronti?;-) Quante le aspettative?;-) Temperatura? Siete caldi?!;-)
Inizia il conto alla rovescia, e visto che il mio personaggio è "nato" dopo aver visto quel film, in questo blog ogni giorno verrà aggiornato il countdown.
Il sogno sarebbe stato quello di vederlo in una sala di New York, vedere in prima visione Wall Street2 ad un passo da Wall Street il tempio della finanza, che ne dite? L'immaginazione che fa l'amore con la realtà... Decisamente sublime e incommensurabile vedere il primo "WALL STREET" l'orginale, negli anni '80, nella New York di quel decennio, l'apogeo del piacere... dopo si può anche morire?!;-)
Scrivo questo perchè ho basse aspettative per il sequel, certo non vedo l'ora che quel giorno arrivi, ma il primo non si batte, lo escludo. Forse perchè per il sottoscritto ha un valore esclusivo, qualcosa di mio, un'interpretazione che esce dal solito schema dell'Avidità, del messaggio negativo o dell'unica proiezione che trova riscontro nell'attuale crisi finanziaria.
Il messaggio che più volte Barisoni faceva ascoltare sulla magnificazione dell'Avidità, dipinto nel monologo di Gordon Gekko è si una parte importante del film, ma è più la propaganda populismo che sfama la rabbia per questa crisi.
Barisoni avrà sicuramente la sua interpretazione del film, come voi avrete la vostra, ma dal mio punto di vista uno dei punti più illuminanti, forse l'acme è nel dialogo che vi ripropongo qui sotto. Qui si conosce la borsa in poche parole, con grandi metafore senza l'ausilio di nessun testo matematico e senza nessuna sofisticazione algoritmica.
Ascoltatelo e riascoltatelo, potrete non essere d'accordo, potrete essere schifati ma è utile, questo è certo!
PS. questa notte uscirà la trimestrale di APPLE, siamo a 300$, i massimi della BOLLA 2000 sono stati bruciati! Questo perchè ogni titolo fa storia a se, ogni titolo ha vita personale ed affronta le crisi in modo diverso. Domani toccherà alla mia beniamina BANK OF AMERICA (indicatore personale) e poi a GOLDMAN SACHS. Sapremo qualcosa in più sulla crisi dei pignoramenti, ma è su GOLDMAN SACHS che si concentra la mia attenzione, tornerà di moda? Sarà la lieta novella che romperà il tetto? Per il sottoscritto rimane valido il detto: "ogni momento è quello buono..."

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

CALCIO D'ANGOLO (del Volpino) - Il martedì nero e Abete


Cosa pensare e quale sentimento provare dopo i fatti accaduti Martedì 12 Ottobre a Genova? Non lo so. Ancor peggio, cosa pensare dopo aver saputo che gli ascolti in quella serata non sono aumentati per l'emozione di una partita di calcio, ma per la triste cronaca e le immagini di una violenza in diretta? Non lo so, preoccupazione è la prima cosa che mi viene in mente. La preoccupazione per una società sempre più superficialmente curiosa, con un accentuato spirito di emulazione per le azioni "trasgressive", un interesse e una partecipazione morbosa verso l'orgia dell'informazione dipinta e diffusa della cronaca nera. Un disinteresse sempre più diffuso verso le complicazioni e le difficoltà del quotidiano, di una paese che è sempre più fermo nelle sabbie mobili di un lento e costante declino.
Ancor peggio una società che trattiene amabilmente le persone incompetenti, proteggendole dal cambiamento positivo e dalla paura di un possibile rinnovamento.
Mi chiedo cosa si debba fare in questo paese per pronunciare la parola RESPONSABILITA', ritrovare una dignità, ammettere di aver sbagliato e annunciare le dimissioni???
Alle critiche di Platini relative ai fatti accaduti Martedì scorso, Abete e soci hanno risposto con gli errori fatti dalla FIFA nella designazione ai Mondiali del 2002 di un arbitro come Moreno. Asilo? Scuole elementari o Medie? Non credo, un bambino oggi è meno permaloso e più intelligente.
Ma tralasciamo l'ultima cronaca, pensiamo alla figura fatta dall'Italia ai recenti Mondiali, alla sconfitta per l'organizzazione degli Europei 2012 (per la cronaca abbiamo perso con Ucraina e Polonia!) ed a tutte le incomprensibili e ridicole regole disciplinari attuate nel calcio negli ultimi mesi. Per ultima la mancata qualificazione della nazionale Under21 alla fase finale degli Europei e soprattutto alle Olimpiadi del 2012 in Brasile. Casiraghi si è dimesso o è stato subito licenziato e Abete? Non dovrebbe essere il Presidente il primo a dare il buon esempio, essendo il più in alto in scala gerarchica dovrebbe essere anche il primo a dire "ciao me ne vado"...
Invece no, a noi piace così, meglio la morbosità del torbido, anzi per evitare la violenza meglio gli stadi muti o forse meglio lo stadio Nereo Rocco di Trieste, dove per aumentare gli spettatori si fa un megaposter e lo si "incolla" alla curva, che folklore! Un altro modo intelligente per risolvere i nostri problemi. Povero Nereo Rocco, non l'ho mai conosciuto, ma da quel poco che so ne avrebbe detta una delle sue e viste le regole di oggi magari sarebbe stato squalificato a vita per una verità!
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

ZONA LEHMAN - Il DAX c'è!!!


Buon inizio di settimana, si ricomincia. Ogni lunedì penso: "sarà finalmente la volta buona?" Vi capisco, lo so, il laterale è estenuante. Se ci pensate bene però sarebbe stato peggio se dopo la congestione della scorsa Primavera, invece che lateralizzare, si fosse sprofondati... meglio così vero?;-)
Anche se non si può cantare vittoria, per nulla, una novità c'è!
Qui a fianco del mio notebook ho sempre il SOLE24ORE DI SABATO 13 SETTEMBRE 2008. In prima pagina, sul fondo, si trovano le quotazioni degli indici di Venerdì 12 Settembre, ovvero il giorno (operativo) prima del fallimento della Lehman Brothers.
Senza proporvi ora l'intero elenco, mi soffermo sul DAX: 6.234 batteva la chiusura.
ZONA LEHMAN raggiunta... il DAX c'è!!!

PS. Oltre ad aver inserito qualche nuovo link tra i siti preferiti, sto cercando di aggiungere qualche optional al blog per renderlo più... cool;-) A previsioni cool, bisogna aggiungere un aspetto altrettanto... nice, però dovete avere pazienza, imparo in corso d'opera. A dopo

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

11 ottobre 2010

IL MIO MONDO - 2 belle notizie da condividere con Voi


Buongiorno, per accompagnare questo pezzo (per me simbolico e coinvolgente) ho scelto due canzoni che definire speciali è riduttivo. La prima è dei Queen, non è la mia preferita, però i Queen mi danno sempre una grande carica e mi fanno sentire bene e questa canzone ha un testo che per il sottoscritto potrebbe essere un inno ai miei ideali. La traduzione è facile.
La seconda canzone è di Battiato, la inserirò in fondo con la motivazione.
La prima notizia è che dopo settimane (non vorrei esagerare scrivendo mesi, ma sono mesi!) di scrittura mi è arrivata la prima PAGA!;-) E tutto questo è dovuto alla vostra generosità, altruismo e fedeltà. Ricordo che quando era ancora tutto in ballo chiesi ad un amico (reale e non virtuale) ridendo: "e tu l'hai inviata l'email?!" E lui rispose "ma figurati..."... era quello che mi aspettavo, lui è super dottore e non ha certo tempo per le mie arrampicate, molta fatica per un modesto risultato. Oggi contano i soldi, così si misura un uomo. D'altronde non possiamo pretendere nulla dagli altri, ognuno da quello che può e vuol dare. La mia insegnante d'Inglese me lo diceva sempre: "gli aiuti arriveranno sempre da chi non te l'aspetti...", tradotto in italiano, da chi è disinteressato?! Certo che io mi sarei comportato diversamente, spontaneamente diversamente, ognuno ha un atteggiamento diverso verso la vita e verso il prossimo, ma noi non lo accettiamo, forse perchè pensiamo che gli altri siano il nostro specchio, abbiano i nostri pregi, i nostri difetti, le nostre paure e debbano gioire per quello che a noi piace. Non è così, ognuno di noi ha una storia, un'educazione diversa e gusti diversi.
Con voi però non è stato così difficile, forse perchè si è creata un'empatia e questo sarebbe meraviglioso! Senza obbligo ho chiesto, chi vuole scriva... ed avete scritto in molti. A dire il vero anche molti amici (reali) l'hanno fatto e li ho ringraziati, ma per alcuni è stata quasi una forzatura e quasi mi sono pentito di metterli a disagio e di averlo chiesto.
Ho sempre pensato (e forse ve l'ho già scritto) che ad una certa età la famiglia noi possiamo sceglierla, formarla con le persone a cui vogliamo bene, una famiglia biologica ed una famiglia voluta e non è detto che non possa essere anche la stessa o allargata. Per anni l'ho cercata con gli Amici e con le persone a cui ho voluto più bene... ma forse una famiglia (virtuale) l'ho trovata qui, dove sei a tuo agio, stai bene, questo è quello che conta.
Forse è stato il vostro ringraziamento per le informazioni (giuste o sbagliate) che cerco di darvi, la vita per me però non è dare è avere, è cercare di fare quello che ti senti e che vuoi, solo così puoi essere onesto e sincero. Una cosa si può dire, in questo blog non vi ho mai chiesto contributi, offerte, beneficenza o pagamenti, non l'ho fatto nemmeno quando ero sommerso dai debiti. Non l'ho fatto perchè dal mio punto di vista non aveva senso, il mio Blog è condivisione, di esperienze, di lavoro, di idee, di cultura, di sentimenti e di proposte e non una vendita... altrimenti sareste miei clienti e la cosa sarebbe diversa.
Forse è sbagliato e vi dirò in verità che sono stato tentato di farlo, la povertà porta cattive tentazioni, la difficoltà ed il sacrificio illumina le scorciatoie dell'opportunismo e non va bene, bisogna saper resistere e credere in quello che si fa, non perdere la fiducia e la propria identità. Un conto è essere un mio cliente, un altro amico del blog e poi non mi sarei più sentito libero, questa è forse la cosa più importante, magari avrei scontentato qualcuno che subito si sarebbe pentito dell'offerta. Meglio rimanere libero, sopra ogni cosa, poter scrivere quando sono ispirato o quando ho qualcosa di sensato da scrivere, essere libero di rispondere e non forzato, totalmente obbligato, la spontaneità è libertà, creatività e sincerità... però rimane la resposabilità, sempre, in quello che scrivo e nelle previsioni che faccio. Lo stesso voi siete liberi di entrare, di uscire e di scrivere quello che pensate sempre nel rispetto.
Ed è questo che voi mi avete regalato con il vostro contributo, un'altra piuma per rinforzare le ali della libertà e dell'indipendenza. Grazie a voi ora ho una minima entrata fissa mensile, non è molto, ma è qualcosa. Non so quanto durerà, quel che conta è che ora c'è, esiste e per uno abituato all'infinita imprevedibilità, alle incognite ed all'incertezza, questa è una colonna di serenità.
Essere liberi oggi, nel pensiero e nell'azione, è quasi un'utopia, io posso ancora esserlo, forse questa non è la strada giusta, non lo so, ma ormai io sono abituato all'imponderabilità e se cadrò nel burrone o finirò come un clochard sotto un ponte sarò felice ugualmente, lo avrò fatto coscientemente e passionalmente. Schiena dritta, sempre.
Cosa si fa in questi casi?! Champagnino?!;-))) Vi offrirei da bere con grande gioia, è il minimo! Ma come si fa?!;-))) Un attimo che li conto... e un attimo che vi conto, anche se non siamo in moltissimi, mi sa che la prima paga non mi basta!;-)))
Su dai vi rifarete con le Fiat... sta andando come previsto e se continua così...
Aaah, dimenticavo, la seconda notizia! Da lunedì ho iniziato una dieta disintossicante micidiale, anche per il fatto degli esami medici non proprio perfetti, ma anche per uno stato nervoso ormai quasi allo stremo. E' tremenda non solo per il fatto di dover rinunciare a qualche alimento, ma per l'assenza di caffè!!! L'ho iniziata lunedì ed avete presente un tossico a San Patrignano, ecco vi prego chiamate Don Mazzi ed incatenatemi, non fatemi vedere nessuna caffettiera, non vogliono nemmeno vedere Bialetti sul listino. Il caffè al mattino, caffettone con il miele di prima mattina insieme alle mie letture preferite, ormai erano una liturgia... che noioso che sono vero?! Pesantone!;-)))
Ma a me piaceva, intellettualmente godevo, ed ora nulla!!! Scompaiono l'aroma ed il liquido nero, al suo posto, tazzoni di tisana dalle mille erbe, un cosmopolitismo di erboristeria. Sono passati solo 3 giorni e però funziona, eccome se funziona, la testa è pesante ed un po' duole, le gambe mi fanno male, questo è l'effetto della disintossicazione, potente, efficace. Tre mesi così, una dura palestra... ma riuscirò a rinunciare al caffè fino a Natale?! Nemmeno l'amato caffè americano?!
Vedremo, ci proverò, ce la devo fare. "Mens sana in corpore sano", secondo voi è vero? E' un corpo sano che porta la saluta alla mente? O è una mente sana che porta benessere al corpo?
Probabilmente in assoluto non è vera nessuna delle due, oppure un'armonia di entrambi porta una salute completa. Io credo che non esista mai una regola in assoluto, ma nel mio caso, anche se la mente non è sana;-) voglio sentire il mio corpo respirare, metterlo a proprio agio, donargli benessere e salute ed io condividerla con lui. Una nuova esperienza... e costosa!;-)
Stavo per dimenticare, la seconda canzone che vi metto qui sotto è di Franco Battiato. Cantautore filosofo e geniale, l'ho sempre amato fin dalla mia nascita, nella sua evoluzione musicale e nei testi educativi e così permeanti. Più che la musica, ascoltate bene il testo di questa canzone, è del 1983, ma non è per nulla fuori moda. Ascoltatela e poi pensateci... il minestrone che ho mestato e rimestato sopra, potrebbe anche avere un senso;-) Un abbraccio, è il minimo...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

LA FENICE - CHL non muore ma rinasce con la diversificazione (Mare e spiaggia d'Ottobre)


Buonasera, lo conoscete il mare d'Ottobre? Le giornate si accorciano, ma il sole non manca, riscalda appena, un piccolo tepore, la spiaggia desolata, la sabbia umida, trasandata, dall'aspetto selvaggio, la spiaggia commerciale si sveste di tutto, ombrelloni chiusi, anche i bar, niente lettini, una distesa di sabbia e di scogli fa riemergere il profumo del mare. L'acqua è leggermente fredda, se solo avessi un po' di fisico mi tufferei;-), il mare ora è finalmente salato quasi da ipertensione, niente più chiazze di creme solari, niente meduse, l'acqua è incredibilmente trasparente e finalmente si può federe il fondo, possiamo vederci i piedi quando passeggiamo. Rimane uno dei miei più grandi sogni, una casa, ma anche una capanna, che possa affacciarsi sul mare, poter alzarsi al mattino, una tazza di caffè ed oltre il vetro, il mare, calmo, agitato, infuriato, ma il mare. Anche questo è un ritratto della felicità.
In questi giorni devo scrivere molto, ho preso il mio telo mare gigantesco, carta e penna e mi sono tuffato in spiaggia. Il mio telo era l'unico che copriva la sabbia, non è molto comodo scrivere in quelle posizioni, ma il paesaggio compensa la sofferenza. Ogni tanto passava qualche coppia, qualche famiglia ed osservavano il clochard... ma io ero troppo intento nei miei pensieri ed in quello che dovevo scrivere. Ogni tanto alzavo lo sguardo, un bacio al Sole ed intorno a me vedevo aumentare la popolazione, qualche altro telo si affacciava timidamente. Più o meno come accade ai parcheggi, quando gli spazi sono ampi, si tende sempre a parcheggiare vicino ad un'altra auto, quasi volessimo dare compagnia alla nostra automobile, o è forse la nostra naturale paura della solitudine che ci fa cercare sempre qualcuno a cui avvicinarci?!
I cani correvano vivaci, finalmente gli umani ci hanno lasciato la spiaggia, avranno pensato, tanto che uno improvvisamente è piombato sopra i miei fogli, giocava, li ha leggermente sporcati, pazienza, chi riceverà la lettera capirà la genuinità del gesto. Un'amica, che legge anche il blog, l'altro giorno mi ha definito anomalo, forse questo è il termine adatto... ed a me piace molto!;-) Il solito pavone.
Sono rientrato che il sole tramontava, il cielo era striato di nuvole infuocate, alla radio niente solita musica, in questo momento non so perchè mi attirano molto i classici italiani, la musica italiana di qualche anno fa, molto melanconic che fa pendant con l'incipiente Autunno... e così mi è capitato un Ivan Graziani delizioso, un "Lugano addio" che sembra far rima con "ciao Estate, l'Autunno è qui". Spero vi piaccia, perfetto in serata, tranquilli e rilassati, leggendo le mie cazzate;-)

Sabato forse sono stato troppo vorace e sbrigativo nello scrivere i due pezzi. Avevo poco tempo, ero di fretta e sul nervosetto andante e forse si capiva.
Inanzitutto il Grano. Non volevo assolutamente mancare di rispetto a Sissi Bellomo, che come ho già scritto per me è la regina italiana delle materie prime e che molto mi ha insegnato. Sissi, basta il nome;-) Tutto il resto rimane inalterato, come investire su quella commodity ve l'ho già scritto. Avremo tempo per ampliare il tema, almeno spero.
Per quanto riguarda CHL, vi ho scritto prima di leggere l'articolo che descriveva le novità imminenti della società, ma già immaginavo ed era facile prevedere che il lunedì (sebbene i settimanali finanziari non vadano più di moda) il titolo sarebbe salito. Il clima è quello del "sabato del villaggio", la festa sta arrivando, basta solo saper scegliere il titolo giusto. Questa mattina, mentre preparavo il pezzo, vedo il titolo partire bene, ma dura poco, inizia lo sgonfiamento. Stacco e vado a prendere il giornale ed la rientro la sorpresa. CHL emette una nota, che poi è la stessa pubblicata dal Settimanale, ed il titolo impenna. Qui sotto vi riporto la nota: MILANO (MF-DJ)--Chl, azienda che opera nel settore dell''e-commerce in Italia, conferma l''ingresso nel settore farmaceutico attraverso una propria distribuzione e una catena di negozi in Franchising con un presunto giro di affari stimato, gia'' dal prossimo anno, in circa 5 mln euro. E'' quanto si legge in una nota in cui si precisa che l''ingresso nel settore farmaceutico era gia'' stato confermato il 5 ottobre scorso. com/lab (fine) MF-DJ NEWS 1112:33 ott 2010Ora rimane da capire se è un suffle, tolto da forno si sgonfia, quindi domani ricomincia la litania e quindi dovremmo rimetterci a pregare per vederla salire, oppure il movimento di lancio è iniziato e si va sulla Luna.
In ogni caso, fuor di metafora, sono convinto che la collina sia svoltata e che ormai è solo una questione di tempo. Chi ha aderito all'aumento di capitale, con il successivo acquisto delle azioni a prezzo scontato, vedrà premiato il coraggio e la lungimiranza. Per questi motivi ho chiamato "LA FENICE" questo nuovo tema di dibattito... mio padre la definirebbe una cazzata, a meno che il titolo non torni al suo prezzo o meglio lo faccia guadagnare...
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

09 ottobre 2010

GRANO DORATO - Le scorte non erano così abbondanti...


Il Grano, i cereali, le soft commodity... le ho abbandonate? Per nulla. Sui mercati ci sono momenti in cui non c'è nulla da scrivere, altri in cui bisognerebbe avere venti mani, fiumi d'inchiostro ed una barbecue americano per cucinare le tonellate di carne a disposizione. Questo è uno di quei momenti!
Si dice "Trend is your friend" oppure "non raccogliere il coltello che cade", sapete che i detti e le metafore mi piacciono, ma i proverbi non devono essere seguiti alla lettera, ma adattati alla situazione. Il Grano si è adagiato nel mese di Settembre, una bolla che si sgonfia, un fiore apassito, si diceva che le scorte erano abbondanti, che nonostante la crisi russa tutto era risolvibile... ed intanto il prezzo scendeva, lentamente, ed io, credendoci (come ho anche scritto in privato) compravo, con pazienza... anche se non ce l'ho, me la devo far venire!
Ieri, improvvisamente, il booom! Alla faccia di ogni analisi tecnica! Sul Sole24Ore di oggi si va in prima pagina, gli USA riducono le scorte, persino la Regina delle commodity SISSI BELLOMO deve riconoscere che le stime sulle scorte abbondanti sono state riviste al ribasso. Tanto è bastato per infiammare i prezzi e da qui si riparte. Spero di avere spazio per scrivere ancora, perchè da qui ho dato l'incipit, perchè a questo corposo movimento ci ho creduto dall'inizio e spero che anche voi, nella vostra tavola e nel portafoglio, abbiate messo una spiga di grano...
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

OLTRE LA CRISI - CHL con la parafarmacia si fa il make up


Buongiorno, ricordate quanto scrissi tempo fa su CHL? Il broker di mio padre, durante la fase di aumento di capitale sulla società (con successivo bonus di azioni) aveva insistito, poi vendendo, l'intero pacchetto che io avevo accumulato di azioni CHL usando come giustificazione che l'azienda era sull'orlo, anzi quasi, fallita. Mio padre, in piena rotta professionale con il sottoscritto, si fece convincere quasi intimorito (cosa mai successa!) e con la paura di avere anche quell'ennesima delusione. Fortunatamente (lo scrivo a posteriori) e saggiamente, mise da parte l'orgoglio e mi chiamò chiedendomi se il gesto era assurdo, se le notizie potessero essere vere e nel caso non lo fossero se era il caso di ricomprarle per aderire all'aumento. Gli dissi, pur non conoscendo le notizie, che doveva ricomprare, ho sempre creduto su CHL a dispetto di alcune fasi di prezzo e di oscillazione che fanno parte del naturale corso della borsa. Il titolo negli ultimi mesi, complice anche l'andamento di Piazza Affari non ha dato particolari spunti, anzi tranne una lieve fiammata, ha deluso. Ma qualche giorno fa la notizia: "CHL diversifica ed entra nel mercato del Pharma". Se questo non è il mercato di punta per il futuro, di sicuro è un settore solido che esclude ogni possibilità di fallimento. In ogni caso CHL cambia pelle e di solito queste cose rilanciano fortemente il titolo perchè lo rimettono sotto i riflettori. Qualcuno potrà dire, "beh, qual è il problema, il titolo si ricompra". Il problema c'è, primo perchè una persona che si occupa di altro, una volta che ha venduto un titolo non lo segue giorno per giorno, non legge le notizie sui giornali specializzati e lo rivede solo quando è a prezzi molto più alti; secondo perchè avrebbe rinunciato al bonus di azioni consegnate al prezzo favorevole di 0,10 cents, che è pur sempre il 35% in meno dei prezzi attuali.
Oggi, sicuro che qualcuno ne avrebbe scritto, ho comprato tutti i settimanali di finanza, ed infatti ho trovato un ampio articolo su CHL, da fotocopiare ed inviare a mio padre, se non altro come informativa. So già che da pragmatico lui mi chiederà subito quanto quota, e se ne fregherà delle notizie, quel che è stato è stato... ma per me non è così, per me è una vittoria, c'ho creduto ed ho avuto ragione, l'autostima nel mio lavoro me la devo creare.
E poi, una persona normale (e non anormale come il sottoscritto!) si dovrebbe chiedere: "ma chi te lo ha fatto fare di prenderti questo rischio? Perchè? Tanto non ci guadagni nulla!"
Ecco, oggi si pensa solo al guadagno, io invece penso che sia giusto prendersi delle responsabilità, penso che il guadagno sia solo un risultato del lavoro e non il motivo per cui fare o credere in una cosa, penso che oggi di responsabilità ce ne prendiamo sempre meno... penso al broker, cosa penserà leggendo le notizie su CHL.
Penso che il suo interesse era solo vendere prodotti della banca ben più redditizi e che guadagnare su CHL o guadagnare sul prodotto della banca per lui fa una grande differenza... e penso anche che forse lui, CHL, non sappia nemmeno che cosa sia.
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

07 ottobre 2010

IL SEBASTIAN (BARISONI) CONTRARIO - Oro ed Euro, a Focus Economia va in onda la "GUERRA DELLE VALUTE"


(INIZIA LA STAGIONE DELLE TRIMESTRALI USA, VERO AGO DELLA BILANCIA, SOTTO IL PEZZO SULL'ARGOMENTO)
ORO, ORO e ancora ORO! Quando vedo che persino nel mio infimo paese di pochi abitanti, apre un negozio "Compro Oro", capisco che una bolla ha iniziato a gonfiarsi... la domanda è: quando scoppierà? Difficile, impossibile la risposta.
Di Oro io ho già scritto in passato, prima che superasse la simbolica quota di 1000$, ed ancora prima quando era sotto i 500$. Non vado ripetendomi con i pezzi semplicemente perchè lo considero un investimento di lungo termine com'è giusto che sia e come i fatti e le cronache stanno dimostrando ed amplificando.
Ma ora non voglio scrivere delle mie esperienze, ma di quello che è andato in onda l'altro giorno a Focus Economia su Radio24. Inanzitutto, è giusto decantare l'Oro, ingolosire amplificando verbalmente i nuovi record, però poi non lamentiamoci se la nuova bolla sepellirà sotto i lingotti famiglie e risparmiatori che hanno creduto alla crescita infinita. Secondo, lo sapete vero che l'Oro è quotato in Dollari? E che noi, avendo come moneta di riferimento l'Euro, negli investimenti dobbiamo limare questi guadagni a causa dell'indebolimento del Dollaro?
Dunque, se io prendo a riferimento uno strumento comune come l'ETF Physical Gold noto che nell'ultimo mese di splendidi ed abbaglianti rialzi del metallo giallo, la performance è del... è del... -0,15%?!?!? Meno 0,15%, ho letto bene. Incredibile, sale ed io perdo. Allora osservo un altro ETF sull'Oro, ETF Gold, anche questo segna un -0,15% ad un mese, mentre sul 3 mesi si sale al +1,89%.
Se vogliamo vedere guadagni più consistenti si deve passare al ETF leveraged (cioè a leva) Gold che realizza un +7% sul mese e sul 3 mesi fa il 13,56%. Ripeto, in leva, quindi si amplifica sui rialzi, ma anche sui ribassi. Nei prossimi mesi di nuovi strumenti ne conosceremo molti e più questi aumenteranno, più salirà il rischio.
Certo con il futures sull'Oro e con una copertura sul Dollaro si fa il botto, ma questa è materia per pochi, per chi lavora sul mercato e soprattutto per chi ha un certo capitale ed una certa protezione, perchè quando si va sui derivati, l'abbiamo visto 2 anni fa, non si scherza!
Ci sono però anche le azioni, ricordate Coeur D'Alene Mines (CDE), ho scritto qualcosa settimane fa, ma la segnalazione vera ed il post sul titolo risalgono a più di un anno fa, quando entrai a 6$. Purtroppo a causa del revearse split ho avuto una brutta esperienza con la mia banca, dovuta alla loro impreparazione ed incompetenza... e per questo ho "pagato" io!!! Così va con le banche, nella legge chi è ignorante paga, con la banca paghi tu!
Coeur D'Alene ha una miniera, la cosa straordinaria è che da quella miniera si estrae sia Oro che Argento, quest'ultimo a mio avviso potrebbe essere il vero boom del futuro. Se guardiamo gli ETF dell'Argento, rispetto all'Oro, sono di gran lunga migliori!
Questo non per smorzare gli entusiami, perchè finchè l'Oro sale con questa costanza, moderazione e pendenza (l'ho scritto anche nell'articolo in edicola), nonostante le sparate del tipo "ORO A 10,000", la maratona, tra correzioni e rilanci, può continuare tranquillamente, però prima di illudersi e gioire, passiamo alla cassa a fare il conticino.
Torando a Barisoni, nel suo programma, in questi giorni, si è discusso molto di Euro, Dollaro in caduta, incapacità europea e "GUERRA VALUTARIA". Come sua abitudine il conduttore ha calcato molto sull'incapacità dell'Europa nel farsi valere a livello mondiale, e con la solità teatralità e propaganda ha addirittura incolpato Trichet della troppa baldanza dell'Euro. Ha detto: "dopo la discussione tra Trichet e la Cina, l'Euro invece che indebolirsi ha aumentato la corsa, era meglio se tacevano". Il solito sarcasmo.
Probabilmente è in corso una guerra valutaria, si vocifera di un nuovo "Plaza" all'orizzonte (i cinesi però non sono i giapponesi), però io vorrei come al solito semplificare il tutto con una frase di buon auspicio: "IL CARRY TRADE E' TORNATO!!!"
La dimostrazione è nei fatti, il Dollaro va in stampa, c'è un eccesso di carta sul mercato e quindi il biglietto verde perde valore. I paesi con i tassi d'interesse più elevati hanno le monete più forti e poi vediamo che in Europa nessuno dei paesi a rischio fallisce, anzi, le banche investono nelle obbligazioni di quei paesi dopo aver rialzato i tassi d'interesse e così si incamerano preziose e laute plusvalenze.
La morale? Le banche si ricostruiscono e fanno utili grazie a tassi d'interesse alti, e noi cittadini vedremo le tasse aumentare per ripagare quei tassi d'interesse così alti, ma il paradosso è che viviamo in un'era di TASSI ZERO. Vi rendete conto!
Barisoni è molto competente in materia industriale e d'impresa, ma credo sempre che in materia di finanza e di mercato avrebbe bisogno di una spalla, un collaboratore... Qualche nome?!;-)))
Ma allora perchè mi sto ricoprendo in Dollari? La motivazione l'ho già scritta, primo per rispettare le mie previsioni fatte in passato... tutte le volte che non le ho ascoltate ci ho solo rimesso!... secondo perchè essendo pieno di azioni, se il Carry Trade continua, andremo a baciare la "Zona Lehman", ma se improvvisamente dovesse arrivare qualcosa di inaspettato, una delusione in tema di "Quantitative Easing", un nuovo pericolo europeo, una decrescita europea, il Dollaro riprenderebbe il suo cammino, perchè è pur sempre ancora in atto un lento rafforzamento del Dollaro (da 1,60) che potrebbe anche riportarlo, lentamente, verso quota 1,10... chi lo sa...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

LA STAGIONE DEGLI UTILI - Si inizia sempre dalla A come Alcoa


Depressione, Recessione, W, Stagnazione, Iperinflazione e poi cos'altro hanno detto?
Eppure ieri sono uscite le stime del Fondo Monetario, che non saranno certo la panacea, ma sono pur sempre le stime di una fonte ufficialissima ed autorevole. Gli ultimi dati indicano una "Ripresa fragile", una disoccupazione altissima (e si sapeva), ma si dice anche che le possibilità di una nuova recessione sono basse. I numeri: la crescita del Pil mondiale per il 2010 è prevista al 4,8%, mentre per il 2011 le previsioni sono riviste al ribasso ad un tasso del 4,3%... alla faccia della Crisi! Aggiungo.
I critici potranno recriminare dicendo che la crescita è frutto della forza delle economia emergenti. E' giusto, ma questo è anche il problema principale, siamo ancora troppo "provinciali" e con un pensiero ancorato all'antico, il mondo non è più solo OCCIDENTE, oggi il mondo è anche e soprattutto ORIENTE, non esistono più paesi emergenti, ma ormai sono paesi EMERSI. Invece di contrastare il nuovo che avanza, dovremmo ringraziarlo, se non siamo nel baratro è grazie a loro. Dovranno essere fatte le regole per rimodulare questo Nuovo Pianeta, ma prima di questo si doveva rispondere alle emergenze, si tappano le falle della barca che affonda e solo dopo quando si è ancora a galla si pensa al resto, all'equipaggio ed alla restaurazione.
Ora siamo a galla, niente Depressione, niente Catastrofi, ora è il momento delle regole.
In ogni caso, da questa sera si alza il sipario, incomincia la rassegna teatrale degli Utili, speriamo tutti che non sia un dramma, nè una tragedia, bensì una commedia a lieto fine.
Perchè al di là di quanto si è detto sui possibili crolli di borsa, sulle cadute, sull'arivo di un nuovo Orso, sull'Oro che influisce sulle quotazioni e se non è il metallo giallo è qualcos'altro, dal mio punto di vista sono gli Utili il più grande sostegno dei mercati. Se pensiamo al 9 Marzo 2009, ad un anno e mezzo di distanza dal fatidico e storico minimo, siamo sopra quei livelli (parlo di Piazza Affari) ancora del 50% ed oltre... alla faccia delle previsioni disastrose che si sono succedute in tutti questi mesi, Spagna, Grecia o Irlanda, siamo sempre sopra del 50% ed alla fine sono i numeri che contano e che fanno la differenza.
Ora, se gli utili deluderanno, una colonna portante del Palazzo Rialzista cadrà, ed i rischi di caduta si farranno reali. Se invece la stagione non deluderà, oppure riuscirà adirittura a stupire (in questa fase sono in corso revisioni al ribasso delle stime), dopo tanta attesa, tornerà il nostro momento, ed il Toro fino ad ora a riposo, tornerà a caricare.
In USA si segue sempre la tradizione e l'alfabeto, si parte dalla A, come ALCOA.
Un'ultima cosa, tralasciando tutte le nuove tesi e formule per l'analisi di mercato, spesso si dimentica un indicatore antico, molto semplice ed efficace... le borse oggi sono ancora sottovalutate, sta ora agli utili confermare questa sottovalutazione.
Ps. I Jamiroquai sono tornati, sempre con lo stesso stile raffinato, da club, esclusivo... lo si vede anche nei video, sempre uguali, auto di lusso, corsa, acrobazie e piroette metalliche. I motivetti si assomigliano, ma a me piacciono sempre moltissimo e poi l'ultimo singolo è di buon auspicio, anche il testo vuole la sua parte ed in questo momento di attesa, tutto fa brodo...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

06 ottobre 2010

ENNIO DORIS, ALESSANDRO PROFUMO E L'ALTRUISMO DELLA FINANZA (la previsione di BILL GROSS)


Alessandro Profumo dichiara a tutta la stampa di dare in beneficenza 2 milioni di euro della sua buonauscita da Unicredito, Ennio Doris nel nuovo spot pubblicitario promette scuole per i bambini di Haiti ad ogni conto nuovo aperto nella sua banca. Chi è il più buono dei due? Una volta la beneficenza era un atto intimo, un segreto prezioso, un gesto spontaneo, un'uscita dal cuore, o mi sbaglio? Oggi nell'era del megafono e della spettacolarità ad ogni costo, si arriva da una parte al gesto megalomane della donazione in prima pagina e dall'altro alla beneficenza però in cambio di qualcosa. Entrambi si fanno lo spottone personale, che oggi il pubblico ammira e si sorprende, invece di storcere la bocca e tapparsi gli occhi. Ennio Doris, il genio del marketing (meno della borsa) questa volta ha toppato. Geniale fu il gesto della "copertura Lehman", geniale dal punto di vista markettistico, meno da quello pratico, ma questa volta la caduta di stile e di umanità e ripida.
Molte meglio farebbe Doris ad occuparsi dei propri clienti e della società, visto che, se l'andamento di borsa di un titolo è lo specchio del giudizio del mercato, allora la cera non è molto bella. (Guardate il grafico qui sotto)
Mediolanum toccò i 20 euro dopo lo scoppio della bolla Internet 2000, lo ricordo bene perchè sganciai il titolo a 19 quando ancora mi consigliavano di tenere perchè sarebbe arrivato a 28... fa parte del loro ottimismo.
Il titolo è poi crollato seguendo l'intero mercato azionario e finanziario, nel successivo recupero non ebbe però stessa sorte. Mentre molti titoli del comparto recuperarono buona parte delle perdite, alcuni adirittura segnando nuovi massimi, il titolo Mediolanum non raggiunse nemmeno la metà delle precedenti quotazioni. Forse è il caso di impegnarsi di più nella sostanza più che nell'immagine, perchè è questo che chiedono i risparmiatori sempre più affamati e delusi...

Oggi usciranno i dati sulla raccolta del risparmio gestito, e potrebbero essere dati felici (vedi Azimut), ma se invece di guardare al giorno per giorno allunghiamo lo sguardo avanti, troviamo le parole di Bill Gross che subito spengono il sorriso.
Bill Gross è il più grande gestore del settore obbligazionario, nonchè influente voce della finanza, tanto che i maliziosi insinuano che egli abbia un filo diretto con i membri della FED. Bill Gross nella suo nuovo sacro testo intitolato "Il New Normal" nella finanza e nell'economia, dichiara: "dite addio ai rendimenti a doppia cifra".
Dichiara: "la nuova normalità sarà quella salutare i rendimenti a doppia cifra, visto che la leva e la deregulation stanno svanendo all'orizzonte e i loro opposti stanno emergendo". Bill Gross prevedeva già ulteriori interventi da parte della FED in quello che lui considera "l'ultimo rantolo". I rendimenti futuri sugli investimenti saranno decisamente inferiori alle medie storiche e persino gli Hedge Fund si dovranno rassegnare a un "futuro a singola cifra". E conclude: "anche i più bullish a Wall Street e nel mondo saranno decisamente sotto pressione nel generare rendimenti del 12% su Pil che crescono del 2-3%".


E' un po' quello che io ho ripetuto nei mesi scorsi, anche se qui è riportato in modo più sofisticato, il punto è sempre lo stesso la RIDUZIONE DELLA LEVA è un boccone duro da digerire, negli anni Trenta ci impiegarono quasi 13 anni per riassorbirlo, oggi non so quanto tempo ci vorrà... ed è per questo che insisto nello scrivere che questo "Super Rimbalzone" è una perla rara, un'occasione unica. Capite ora perchè ho impiegato su questo tutte le mie energie e lo ripetuto così tante volte?
Più difficile è capire come Ennio Doris riuscirà a spuntare rendimenti maggiori negli anni venturi. Formule magiche? Il marketing ad un certo punto non basterà più, e visto l'andamento in borsa del titolo Mediolanum, mi riesce difficile credere ad una futura sovraperformance...

Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

Borsa bon bon (una tira l'altra) - TELECOM I. M. LA7 & MENTANA, LA MITRAGLIETTA FA SEMPRE CENTRO (e CHL?)


Buongiorno, è pazzesco, ogni volta che si sveglia CHL arrivano valanghe di email, sembra che nella mia vita io abbia solo consigliato CHL, abbia parlato e scritto solo di questo;-) E' assurdo, ma fa anche sorridere e riflettere, come ci si possa concentrare tutti sulla stessa cosa.
Qualcuno ricorda quanto ho scritto lo scorso Luglio su Mentana e Telecom Italia Media (per leggere cliccare qui sopra)? Subito dopo questo pezzo ho ricevuto delle email con i soliti divertenti insulti: "torna a parlare di calcio che è meglio, per te e per tutti i tuoi lettori"... "ma dove le trovi queste ciofeche, le pensi di notte?"... "non ti bastava CHL, ora anche Telecom Italia Media? Ritiriati!".
Ieri sono usciti i dati auditel relativi al mese di Settembre del canale La7, Mentana ha fatto centro, il Tg raccoglie pubblico, attrae dalle altre reti e lo share del canale aumenta, sul telecomando il 7 non è più snobbato, non fa più provincia, ora è capoluogo ed alle 8 di sera la gente si ricorda di spostarsi nella parte bassa del telecomando. Il titolo da Luglio è salito più del 30%, come più volte vi ho ripetuto, in borsa non conta solo l'analisi tecnica, o l'analisi fondamentale o quantitativa, a volte piccole cose comuni, osservazioni, intuizioni, un pizzico di fantasia e logica, ragionamenti personali e non indirizzate dai professionisti, possono permettere risultati migliori. Come dire a volte il rustico, l'artigianale, da risultati migliori rispetto all'industria avanzata.
Ora rischio di cadere nel "tranello CHL" e non mi fregate!;-) CHL avevo iniziato a segnalarla da quando valeva 0,30 e mano a mano che il titolo saliva io la conducevo, descrivendo lo scenario, le possibilità, la potenzialità e naturalmente facevo la cronaca. Da 0,30 siamo arrivati negli anni a 1,30, è logico che gli ultimi arrivati hanno letto gli ultimi articoli e quindi sono entrati sopra 1 o peggio proprio ai massimi. La regola qui è sempre la stessa, io segnalo, ne parliamo, ampliamo ma non dò segnali operativi di uscita. Quello è un lavoro e riguarda la professione, qui faccio BLOG e condivido. Semplice no?
Con Telecom Italia Media non corro rischi;-) Nonostante la salita dai minimi sia ampia, qui siamo ancora in cantina e nel tempo c'è ancora spazio, borsa permettendo.
Come vi avevo scritto in Luglio io ho fatto comprare il titolo ed ho fatto aderire anche all'aumento di capitale. Mentana non se ne andrà certo domani...
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

04 ottobre 2010

Carry Trade - DOLLARO E QUANTITATIVE EASING


(PIU' IN BASSO HO SCRITTO UN PEZZO SU FIDUCIA E POLITICA)
Buonasera, ma che grigio! Il cielo piange, ed anche la borsa, è Ottobre, non lo amo, meno ancora Novembre, ma anche questi due mesi infelici hanno le loro grandi qualità: in questo periodo la borsa si scatena!
Dovevo scrivere del Dollaro per farvi uscire allo scoperto;-))) Qualcuno avrà pensato che il mio stato di salute mentale è sempre più precario, altri avranno pensato che fossi ubriaco, alcuni mi hanno scritto se ero veramente io, ed altri se non fossi impazzito! Sul pazzo, beh sul pazzo potrei essere d'accordo, altrimenti perchè avrei fatto questo lavoro?!;-)
Tornando seri, come vi ho scritto più volte, non ho più la possibilità di vedere i rapporti di cambio internazionali, posso solo vedere i principali, ma da quanto leggo emerge che le valute i cui tassi di interesse sono più elevati, ritornano ad avere maggiore forza, deduco che il CARRY TRADE è ancora tra noi! Indizio importante per continuare a credere nel Super Rimbalzone. Altro particolare da mettere in evidenza è che tra le valute forti c'è anche l'Euro, smarritosi nella Primavera tinta di sangue, con parecchie cermonie funebri, celebrate però con troppo anticipo, perchè come diceva Mark Twain, la morte dell'Euro era ed è alquanto prematura. Euro forte, nell'era della finanza viziata è sempre stato sinonimo di borse in rialzo... Euro forte, Dollaro debole, ma anche YEN debole, l'ultimo particolare tentenna ancora. Ma perchè il Dollaro si sta così indebolendo? Nelle settimane scorse abbiamo assistito a dati economici USA positivi seguiti dalla discesa del Dollaro, dati economici negativi accompagnati da un rialzo del biglietto verde. Questi movimenti sono semplicemente un amplificazione della già abbondante liquidità. Se l'economia dà segnali di fiducia il fiume si allarga ed irriga il terreno dei mercati, se l'economia frena allora il fiume si ritrare lasciando aridità.
In questo momento, lo si vede anche osservando l'andamento delle Materie Prime (Rame e Petrolio in primis), si nota una scommessa dei mercati a senso unico, ovvero tutti danno già per certo che Bernanke nella riunione della Fed in programma agli inizi di Novembre (subito dopo le elezioni USA di Mid Term) con il piano QUANTITATIVE EASING 2 innonderà nuovamente i mercati con altra liquidità. Comprerà obbligazioni, lubrificando ulteriormente gli ingranaggi del credito. Peccato che proprio il Maestro Greenspan, per i suoi atteggiamenti espansivi, fu tacciato, naturalmente dopo l'addio, di esser stato la sorgente della finanza maligna, evidentemente Bernanke avrà un altro appeal... ma ne riparleremo al prossimo giro di ribassi.
Ora mi chiedo, ma se Bernanke decidesse di apportare modifiche al piano? Come più volte ho scritto e testato nella vita reale, le aspettative non sono mai delle fedeli amiche nè alleate e meno ancora compagne di viaggio, anzi sono unicamente delle illusioni che portano insoddisfazioni ed infelicità. La bella notizia potrebbe essere quella di un Bernanke che cambia idea convinto da ottimi dati USA, ma questo, ora, è chiedere troppo. Un Euro che corre troppo contro il Dollaro non sarebbe un bel segnale in vista di Novembre, un Euro che sale gradualmente manterrebbe vivo il piano rialzista.
Siamo alla vigilia del dato sull'Occupazione USA, incastrato perfettamente con l'avvio dell'earning season, la stagione degli utili... è quest'ultima la variabile che fino ad ora ha mantenuto in vita il sogno della "Zona Lehman", una delusione in quel versante farebbe vacillare l'impostazione del Toro, ed è quindi per me doveroso, essendo pieno pieno sull'azionario, coprirmi con il Dollaro. Per di più dopo aver preso in pieno il target di 1,35-1,38, quando ancora eravamo a 1,20 e quando la liturgia funebre sull'Euro era ormai avviata. La tomba è ancora aperta, speriamo di seppellirci l'Orso.
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato

01 ottobre 2010

On the floor - MERCATO BLEAH! MA FIAT WOW!


Il mercato, la nostra borsa, continua a saltare sulle sabbie mobili. Si salta, ma appena si ritocca terra, si affonda! Nè Bull, nè Bear, solo un grande BLEAH!!! D'altronde esiste anche il laterale, anzi il laterale temporalmente è sempre il movimento più lungo. In queste fasi l'unico sistema vincente, l'unico indicatore efficace è "L'EFFETTO SEDERE". E' si solo la fortuna ti permette di fare il colpaccio. Ieri come al solito era in edicola il mio articolo, pezzo che devo preparare la domenica, quindi con qualche colpo di anticipo. Nel finale del pezzo avevo segnalato come titolo preferito, la FIAT, servito secco, senza alibi, come mia abitudine. Sopra 11,50 si spalanca il recinto dei tori. Giovedì il mercato stagna, novità?! Quando improvvisamente, quasi contemporaneamente all'uscita del giornale, arrivano le dichiarazioni ottimistiche di Marchionne e la Punto Fiat s'impenna! Nel sogno presuntuoso di ogni scriba o di analista, c'è sempre quello di voler essere un punto di riferimento, un market mover, un Alan Greenspan, un Warren Buffet etc... Buddy Fox il Volpino ha scritto Fiat, ed allora tutti su Fiat... bel sogno vero?!;-) Ma si, perchè non sognare, è un reato?! Anche questo aiuta ed i sogni se lo vuoi, si realizzano sempre. In ogni caso, non ho vinto al Super Enalotto, non ho vinto premi, è stata solo una "grande botta di culo", un colpo di fortuna... se la cerchi e la desideri, la fortuna appare e ti aiuta. L'EFFETO SEDERE, il vero Market Mover, infatti ieri FIAT è stato il miglior titolo, ora deve solo superare 11,50, credo che potrebbe essere d'aiuto anche al mercato in generale. Il fatto che FIAT sia vicino ai massimi di questo Super Rimbalzone, mentre il FTSE MIB sia molto lontano è l'ennesima dimostrazione che ogni titolo fa storia a se, ogni titolo ha una forza relativa diversa e che selezionare è uno dei mestieri difficili e che se fatto bene porta quel valore aggiunto che fa la differenza.
Sono appena usciti i dati mensili di vendita della Chrysler, un'altra good news. Il prossimo spin-off, Marchionne, alta gamma, il valore crescente di Chrysler... tanta carne al fuoco.
Per me risultati solo sulla carta, niente di reale, ma il risultato aumenta l'autostima. D'altronde una delle cose più belle è poter essere libero di fare quello che veramente ti piace, ancor più bello è riuscire in quello che ti piace... cosa chiedere di più?
Pubblicato da Buddy Fox | Blog friends: leggi anche Fuorimercato