24 aprile 2012

2012 LA CRISI E LA RESISTENZA - Prima di gettare la spugna, un altro round



"EHEI BUDDY SEI DIVENTATO PESSIMISTA TUTTO DI UN COLPO?

CHRISTIAN"


Basta che qualcuno inizi a scrollare l'albero della Borsa, che subito il blog diventa un suk, voci sparpagliate, confusione, cose scritte e non scritte... Provo a fare un po' di chiarezza, ma prima di riproporre il pezzo scritto su Panorama Economy a fine 2011, vi riporto quanto mi ha comunicato il mio caro Maestro, breve e conciso:
""rischio in generale
ma fuori Europa si sale
per cui da noi il rischio non è eccessivo pare
io sulla debolezza compro
ma tengo qualcosa per l'eccesso
non so se rendo
ciao carissimo"
Per quanto può valere il biglietto da visita, oltre al cognome importante e un pedigree di tutto rispetto e non solo, lui sì ha l'Animal Spirit...

Nonostante le festività, il pezzo su Panorama Economy sarà in edicola puntuale di giovedì, esattamente il 26 Aprile e ci vuol coraggio per scrivere quel che ho scritto... Questa volta me la canto. In verità, forse ci vuol più coraggio a pubblicarlo...


Panorama Economy, scritto il 19 Dicembre 2011: "
"Se vuoi far ridere Dio, fai progetti per il futuro", così recita un antico proverbio. Alla fine di questo travagliato 2011, se penso alle previsioni di inizio anno (anche le più disparate) mi immagino quante risate si sia fatto Dio, sulle teste di noi poveri e disgraziati analisti e operatori di borsa, carta su cui poteva essere disegnata la mappa di un possibile tesoro e che invece, per molti, è diventata la piantina di un cimitero. Eppure il 2011 sembrava iniziare sotto altri auspici, alla tradizionale tavola rotonda organizzata da Barron’s a Gennaio, si preannunciava una cavalcata di tori, quasi fossero valchirie, pronti a fare strage di orsi. E non era tanto l’arcinoto ottimismo di Abby Cohen a stupire (è un’inesuaribile rialzista da almeno 15 anni), e nemmeno il pessimismo di Marc Faber (contrarian per natura), quanto l’approccio positivo sul settore azionario di Bill Gross, un uomo dalle grandi capacità previsionali, sia sul breve che sul lungo termine, doti che gli hanno permesso di fare soldi sia quando tutti guadagnavano, sia in anni di crisi. A rileggerle ora, sembrano previsioni scellerate, eppure se ancora a Marzo, un uomo del prestigio di Buffet, si dichiarava ottimista sul mercato azionario, tanto assurde quelle previsioni non dovevano essere. Secondo la maggior parte degli economisti, l’anno si presentava ricco di insidie ma superabili, la Spagna era lo stato dell’Europa più a rischio, e solo nel caso di un suo (improbabile) affondamento, l’Italia avrebbe corso dei pericoli. Ma come recita una battuta , a proposito dell’esattezza delle previsioni: "Dio ha creato gli economisti per far fare bella figura ai meteorologi", ed è forse per farsi beffe di tutte queste profezie (sempre più simili a vaticini) che il mercato ha pensato di saltare a piè pari la Spagna, e colpire di sorpresa il bersaglio grosso: l’Italia. Ed è da qui che si riparte per il 2012, dal mercato obbligazionario italiano e da Piazza Affari. L’Italia nel prossimo anno dovrà chiedere al mercato più di 300 miliardi di euro, e a un tasso superiore al 7% sembra impensabile, significherebbe l’annullamento di ogni manovra finanziaria. Il corpo delle banche è sempre più appesantito dalla tossicità dei titoli nello stomaco, i BTP non solo affossano l’andamento dei titoli azionari, ma colpiscono anche la capitalizzazione degli istituti. La politica però non ha ancora ben chiara la drammaticità della situazione, lo dimostra la presenza alla camera alla votazione della "Manovra Monti", forse ci meritiamo uno spread a 900 per comprendere la gravità della situazione. E’ l’estremizzazione che trasmette all’essere umano la capacità di reazione concreta. Così anche nel sistema energetico, forse solo una benzina superiore ai 2 euro (e di un Petrolio a 200$) permetterà all’uomo di godere di una nuova benefica rivoluzione. Se l’Italia è il vero problema, se l’Italia è l’anello debole dell’Euro, ma al tempo stesso anche l’anello che tiene unita l’Europa, è proprio dal nostro paese che possono uscire le soluzioni alla crisi. E chi più del governatore (e dell’ex governatore) della Banca d’Italia, che il debito lo conosce bene, può trovare gli anticorpi alla malattia finanziaria? Già si vedono i primi indizi, "c’è solo un modo per convincere i mercati", sono parole di Ignazio Visco, alludono forse ad un possibile TARP Europeo? Così sembra pensarla anche Draghi, se la BCE vuole aiutare il sistema finanziario europeo, deve intraprendere un programma di acquisto di titoli tossici e si deve agire con un intervento coordinato per ricapitalizzare le banche. Questo ostinatamente continua a chiedere il mercato, lo si vede dall’ostinazione con cui si continua a colpire l’Europa, lasciando intonse sia gli Stati Uniti che la Gran Bretagna, dove Tarp e liquidità infinita sono barricate solide contro ogni avversità. Piazza Affari si trova a contatto con un supporto secolare che regge il mercato rialzista da oltre 20 anni, se malauguratamente dovesse essere rotto, si aprirebbe il vuoto, una caduta dell’indice a livello di 4 cifre. Nel caso contrario, con un forte e autoritario sostegno, potremmo vedere Piazza Affari rompere l’importante resistenza a 17,000. In questo caso sarebbero i titoli bancari a volare, una situazione simile a quella vista nel 2009. Ci giochiamo una generazione, e tutta la partita sarà concentrata tra la fine di Dicembre 2011 e il Gennaio 2012. In questo caso è il Tempo la variabile più importante, come diceva Gann: "La maggior parte della gente, se fosse chiesto loro, qual è il loro bene più prezioso, risponderebbe il denaro. Questo è sbagliato. Il vostro bene più prezioso è il tempo. Scambiate il tempo per il denaro o per qualcos’altro di cui avete bisogno". Nonostante le ostinazioni tedesche, che si godono l’indebolimento (ordinato e lento) dell’Euro, io rimango ancora aggrappato alla soluzione rialzista. La quotazione di Facebook in borsa si avvicina, e io non credo si farà tra le fiamme dell’inferno, ma in un ambiente ben più decoroso, saranno le corna ad accoglierlo, non del diavolo, ma quelle del toro".

email: paninoelistino@gmail.com Pubblicato da Buddy Fox

16 commenti:

Not_Only ha detto...

5 Maggio

Ei fu siccome immobile
dato il mortal sospiro...

Mk ha detto...

e' arrivato il momento di cambiare sfondo...

Anonimo ha detto...

CIAO BUDDY

NON VOGLIO CONTRADDIRTI MA IO

PENSO CHE UNA RISCOSSA SARA' DURA

GUARDA SOLO OGGI COME AL SOLITO ABBIAMO RIMBALZATO E CI SIAMO NUOVAMENTE MANGIATI TUTTO.
LE 4 CIFRE SECONDO ME SONO SCRITTE ORMAI MA QUESTO E SOLO UN MIO PARERE E NATURALMENTE SPERO DI SBAGLIARMI.
TUTTI I GIORNI NOTIZIE NEGATIVE A PALLA C' E' UNA VOLONTA' DIETRO A TUTTO CIO' CHE SINCERAMENTE NON SO
QUANDO VERRA' SCRITTA LA PAROLA FINE. MI AUGURO CHE IL TUO OTTIMISMO SIA GIUSTIFICATO E CHE TU ABBIA RAGIONE.

CHRISTIAN

Anonimo ha detto...

POI SCUSAMI I 17000 NON ABBIAMO AVUTO LA FORZA DI SFONDARLI NEI MESI PRECEDENTI CHE ERAVAMO LI,
PER QUALE MOTIVO PROPIO NEL MESE DI MAGGIO UNO DEI MESI PEGGIORI ALMENO STORICAMNETE DOVREMMO SFONDARLI IN MEZZO A QUESTO MARASMA.

ASPETTO LA TUA PRONTO AD ASCLTARTI.

CHRISTIAN

Luca B. ha detto...

Io dico la mia ennesima cazzata tanto ormai ne ho segate tante.......
I MERCATI CI SORPRENDERANNO E DA QUI SI SALE,stanno semplicemente anticipando ciò che nell'economia reale sta accadendo o accadrà da qui a breve,torna il sole e si SALE!E sulle ferite brucerà ma è un dolore che sopportiamo anzi è quasi salutare;Toro questo è il tuo mese non deluderci!!
Stay with us

Luca B. ha detto...

oh ragassi non son mica venuto per portar belle novelle quindi vendete tutto e salpate con le caravelle...

Luca B. ha detto...

......dirigetevi verso ovest sulle coste Americane dove sarete protetti dal $.

Anonimo ha detto...

dd

Anonimo ha detto...

L'indice manifatturiero Richmond Fed ad aprile è passato da 7 a 14 punti. Gli analisti avevano stimato un dato in linea con il precedente.

Anonimo ha detto...

Con riferimento agli articoli pubblicati oggi sugli organi di stampa, e con particolare riguardo a presunte tangenti corrisposte da Finmeccanica alla Lega Nord, che sarebbero state originate da una gara vinta da AgustaWestland in India, Finmeccanica precisa in una nota ufficiale che: "nè AgustaWestland nè Finmeccanica hanno corrisposto alcuna tangente alla Lega Nord; AgustaWestland non ha commesso alcun tipo di irregolarità, nè pagato commissioni di alcun genere per la vendita di elicotteri AW101 al Governo indiano, come una recente indagine del Ministero della Difesa indiano ha confermato; il dott. Lorenzo Borgogni, le cui dichiarazioni "per sentito dire" sembrano essere alla base delle iniziative giudiziarie, ha lasciato Finmeccanica su richiesta della società. Le "consulenze" per milioni di euro ammesse dal Dott. Borgogni, pagate anche da fornitori di Finmeccanica, erano in palese contrasto con il codice etico di Finmeccanica; Finmeccanica ha dato incarico ai propri legali di valutare, in relazione alle dichiarazioni del dott. Borgogni, le azioni ritenute necessarie alla tutela dei propri diritti e al ristoro dei gravi danni subiti e subendi".

Not_Only ha detto...

Aspettare. Questo è il verbo del giorno.

Buddy Fox ha detto...

Il Nasdaq avrà un test a 3,000

Ma a noi interessa più Piazza Affari, solo Piazza Affari, giusto? ;-)

Buddy

Buddy Fox ha detto...

Se non l'avete notato, di fianco c'è il nuovo SONDAGGIONE

Avete il coraggio di esprimere un'opinione?;-)

Ciao
Buddy

Anonimo ha detto...

CIAO BUDDY UNO DEI TITOLI SUI QUALI PUNTI MOLTO CHL NEANCHE CON IL RIMBALZO DEL FTSEMIB RISALE?

COME MAI?

CIAO

CHRISTIAN

Not_Only ha detto...

Fatelo godere un po' quest'uomo.

Due giorni in verde e Finmeccanica sul Monte Bianco con l'A.D. inquisito.
Se cambiano Orsi ritorniamo a 7 €???

:)))))


PS: Vorrei tantissimo essermi sbagliato nei giorni scorsi.
Buon Toro a tutti!

Anonimo ha detto...

Ben 25 voti al SONDAGGIONE e Mourinho è fuori dalla Coppa Campioni... c'è giustizia a questo mondo!;-)

A dp
Buddy Fox