05 aprile 2012

METEO BORSA - Previsioni per Pasqua (Sara Tommasi)





Il Nasdaq è un alpino che marcia verso la vetta e senza sosta. Mi dite: "hai visto il Nasdaq? Non ti fa paura?"
E perchè mai dovrei aver paura di qualcosa che sale, per di più quando ho anticipato e previsto questa salita?
L'uomo è un essere vivente che nella maggior parte dei casi tenta di complicarsi la vita, lo fa nel quotidiano, nella rincorsa della felicità e quando l'ha raggiunta non sa come comportarsi, cosa fare e come usarla, non essendo abituato, e lo fa nello specchio della vita, ovvero la Borsa, quando raggiunge un "successo", spesso lo rovina.
Il "vendi, guadagna e pentiti" è uno dei proverbi di Borsa più antichi e allo stesso tempo uno dei più efficaci, ma che oggi, gravato dalle nevrosità e dalla velocità del trading, ha perso il suo appeal.
Oggi si vende, si è felici per aver guadagnato, ma dopo nemmeno un attimo si impreca perchè avremo potuto guadagnare di più... E' l'incontentabilità estrema, la mancanza di soddisfazione, è ormai compulsiva, come è compulsiva l'operatività, il dover essere sempre in posizione senza concedersi una sosta operativa nè mentale.
Al tempo stesso è difficile salire in groppa a una tendenza, si sale senza serenità, ma con la titubanza che si prova sulla sella di un cavallo in un rodeo, e non con la tranquillità di essere nel vagone di un treno per un viaggio con poche soste e pochi pensieri.
Ti fa paura la salita del Nasdaq? Se si fosse entrati nel 2008, avremmo già quasi triplicato, se fossimo entrati nel panico del 2011, avremmo già guadagnato più del 50%, ma non sarebbe abbastanza, perchè al minimo storno, saremmo assaliti dal patema d'animo!
Questo perchè, abbiamo talmente fame di guadagno, che ogni plusvalenza, viene totalmente incorporata nel capitale, e questo non va bene, perchè il capitale iniziale è una cosa, e il suo figlio, il guadagno deve essere scorporato a esso.
Io non dico che qui ci deve essere qualcuno che è entrato a 10$ su APPLE, e che ha avuto coraggio, lungimiranza e ardore di accumulare tutte le volte che la Mela correggeva, ma vi chiedo se ci sia qualcuno che è in posizione sul Nasdaq da mesi, se c'è qualcuno che ci ha creduto.
La risposta?
La risposta la conosco già, e non per superbia, ma la risposta è: NESSUNO.
Sono tutti su Piazza Affari, e nessuno sul Nasdaq.

L'altra sera, mentre mi stavo godendo Barça Milan in una pizzeria qualunque, ma con gli amici più stretti, in una pizzeria, mi arriva un sms da uno di Voi... Mexes ha appena commesso la sua classica capellata e nell'sms c'è scritto: "capo-retto". Immagino subito che la Fed abbia "cancellato" le ipotesi di QE3.
Ve lo ripeto, difficilmente ci sarà il QE3, ve l'ho già scritto, ma il solo fatto di sventolarlo ogni tanto davanti all'investitori, aumenta il testosterone e fa volare la fantasia.
Bernanke usa il QE3 (troppo pubblicizzato per questo non verrà mai realizzato) come un paio di mutandine davanti a una platea di uomini affamati, come un drappo rosso davanti a una mandria di tori. Ieri hanno voluto frenare la corsa di Wall Street, da oggi a venerdì vedremo i dati e le relative reazioni.
Mi chiedo, che c'è di male? Siamo a +20% in soli 3 mesi, lo ripeto, che c'è di male a sostare?


La domanda è diversa, e la faccio Io a Voi, quanti hanno investito sul Nasdaq, non scrivo APPLE (che tra l'altro è salita anche ieri sera), ma il Nasdaq, quanti?
Scommetto che nemmeno uno di Voi l'ha fatto e ora siete tutti lì impauriti in attesa di una sua caduta che non arriverà mai.
Sono mesi che vi scrivo che il Nasdaq è l'indice migliore, all'inizio di quest'anno ho rilanciato scrivendo che sarebbe stato non solo l'indice più divertente, ma potenzialmente anche il migliore, e quanti di voi hanno comprato?

Nel caotico insieme delle previsioni, prevale un paradosso, in tutti questi mesi abbiamo sentito e letto che gli USA sarebbero crollati gravati dall'enorme debito, che i l'Orso avrebbe graffiato, che la depressione ci avrebbe travolto e che quello che avevamo visto era solo l'inizio, un antipasto. E oggi?
Oggi ci troviamo di fronte un Europa mista, con alcuni indici positivi, altri vicini ai massimi e Piazza Affari (l'ombelico del nostro mondo) in pesante debolezza e poi ci sono gli indici dei Paesi Emersi che salgono correndo e Wall Street che sta per riabbracciare i massimi storici e intravede i massimi della Bolla!!!
Possiamo avere qualsiasi pregiudizio, qualsiasi tendenza di pensiero, ma la realtà, sebbene oggi tendano a non farci credere più a nulla, la realtà è quella che leggiamo nei numeri e vediamo nei grafici, fino a prova contraria, la matematica, tutt'oggi, non è un'opinione.
Qualsiasi cosa decidiamo di fare, ricordiamoci che noi stessi siamo artefici del nostro destino, e del destino non dei mercati, ma del Pianeta in cui viviamo, sta a noi decidere se farlo affondare o credere che si possa risorgere, Piazza Affari compresa.
E intanto Wall Street, e il Nasdaq vanno, c'è chi lì lascia andare, io invece mi sono da tempo aggrappato;-)









email: paninoelistino@gmail.com Pubblicato da Buddy Fox

5 commenti:

Mk ha detto...

concordo con te sulla compulsività e sull'eccesso di fame del guadagno. Servirebbe un po' più di lungimiranza ai trader proffessionisti, giusto per evitare caastrofi inutili.

però c'è una pecca nelle tue parole: chi è entrato ad inizio anno ora non soffre, ma chi è entrato da poche settimane è logico che si senta depresso. Il trading è anche questo: non sempre si vince, talvolta si perde e solo perdendo si impara a gestire veramente un'operazione in perdita.

ne so qualcosa con sopaf: non è facile aspettare che il titolo ritorni a prezzi decenti, ma bisogna saper aspettare altrimenti è finita...

Romeo ha detto...

Sai che almeno qualcuno sul Nasdaq c'è, io. Anzi, mi sono dimenticato un suggerimento, Zynga. Con l'IPO di Facebook il potenziale è un 50% in due mesi. Se è sotto 12$ è un affare.

Buona Pasqua a tutti!

Romeo

Anonimo ha detto...

CIAO BUDDY MI SA CHE SE NON RECUPERIAMO INFRETTA I 16000 DI FTSEMIB CI SARA' UNO SCIVOLONE FIN VERSO I 13000/12000 DICI CHE E POSSIBILE CHE CI ARRIVIAMO?
O PENSI CHE I MINIMI LI ABBIAMO TOCCATI?

aldo ha detto...

Caro Buddy, finalmente si incomincia a parlare di indicatori. Oggi il Nasdaq, domani lo S&P 500 poi il Bovespa, quindi un bel salto in Cina ed India e perchè non una bella puntata in Africa e in Russia? Per chi investe in Fondi, e credo sia la maggior parte di che appartiene al parco Buoi, potrà usufruire delle tue indicazioni e investire o disinvestire in ciò che tu ritieni più o meno affidabile. Perchè poi non si potrebbe indicare su quali Gestori di fondi investire? Obbligazionari o Azionari? Fonditalia o Aberdeen, Fidelity o Morgan Stanley, Templeton o Black Roch,ecc. senza dover dipendere dalle indicazioni più o meno interessate dei gestori? Forse è troppo ma una cosa è certa, seguire i singoli titoli diventa masssacrante e si è limitati alla borsa Italiana o Tedesca o Francese mentre intervenendo sui Fondi Azionari o Obbligazionari Internazionali puoi raccogliere tutte le opportunità del mondo intero e con un rischio limitato. Ciao Aldo.

blackmagic ha detto...

Ciao Buddy e sinceri auguri di buona Pasqua