25 giugno 2014

Panino e Listino (Mundial 2014): fuori la Nazionale di Prandelli, ci resta la nazionale di Panino e Listino (Oggi in edicola su Libero)



email: paninoelistino@gmail.com Pubblicato da Buddy Fox 





"E un momento difficile, sosterrò la squadra con tutte le mie forze. I convocati dal ct Peckerman, per indossare la maglia della Colombia ai Mondiali, sono grandi calciatori, che hanno fatto bene durante la stagione. Non volevo togliere il posto a un compagno le cui condizioni sono al cento per cento" sono le dichiarazioni di Falcao, il grande campione e cannoniere della Colombia, un assenza di lusso. Lui a casa a tifare per la propria nazione e la Colombia in campo gioca e si diverte anche per lui.
Succede in Colombia, un abisso rispetto al comportamento qui in Italia, dove come consuetudine si fa la caccia al colpevole e dove i migliori sono sempre quelli rimasti a casa (con rabbia e polemiche) o che non hanno giocato.
Qualcuno potrà rimproverare Prandelli con l'esempio di Suarez, l'hanno portato in nazionale nonostante l'infortunio, è guarito, entrato in campo ha salvato la nazionale. Peccato che la malattia di Suarez non riguardasse il ginocchio, ma la testa e a causa di questa, tornerà a casa in anticipo. Uruguay prima salvata, e ora condannata.
E' una questione di stile, in Italia ce n'è sempre meno, si spera sempre di aver trovato il fondo per ripartire, ma dove lo metti il piacere di continuare a scavare per trovare e stupirsi del marcio che emerge.
Vent'anni di economia che si sgretola, vent'anni di politica mediocre che si sollazza davanti al cittadino ignavo e ora vent'anni di calcio violento, scadente, frustrato e senza futuro. Il calendario corre, è solo il tempo che passa, per raggiunti limiti di età che si effettuano i cambiamenti, non certo per responsabilità o per autocritica.
E arrivò la luce, Prandelli annuncia le dimissioni, da il buon esempio, chissà perchè in Italia a pagare sono sempre gli onesti, le persone capaci e con qualità, e poi ci sono le dimissioni di Abete, l'eccezione che conferma la regola.
Quando sentirò un politico ripetere le stesse parole pronunciate da Prandelli "non voglio sentirmi dire di rubare i soldi del contribuente" allora sarò sicuro che l'Italia sta cambiando, basta furbizia, vinca l'onestà.
L'editoriale di Sconcerti oggi sul Corriere della Sera a titolo "Basta alibi è un calcio da cambiare" è la fotografia del nostro calcio, è insieme l'epigrafe di quello che è stato e il certificato di nascita di quello che potrebbe diventare.
E' un vero peccato che questa nazionale si uscita in modo così pietoso, quasi da far rimpiangere l'Italia di Lippi del 2010 in Sud Africa. Questo gruppo, a parte qualche recidivo all'immaturità, meritava, Prandelli e Albertini in testa, ma è stato tutto buttato a mare, quasi peggio di un barcone di immigrati, forse troppo abituati al degrado.
Ha ragione Buffon, basta aggrapparsi alla moviola di un morso, basta lamentarsi dell'arbitraggio, se non tiri in porta, non segni e per vincere una partita bisogna segnare.
La gloriosa e miracolosa Grecia, campione d'Europa nel 2004, giocava con una difesa quasi a 9, ma almeno un tiro e un goal a partita, lo faceva, e così ha vinto. Noi no, nemmeno ci abbiamo provato. Tra l'altro la Grecia questa notte si è qualificata all'ultimo minuto, ci ha messo l'anima, "una faccia, una razza", non è più vero.

Fuori la Nazionale di Prandelli, in campo resta solo la nazionale di "Panino e Listino", a noi se ci danno un morso non ci fanno male, anzi è quasi un piacere. La nazionale di "Panino e Listino" in campo per vincere, per vincere il campionato di Piazza Affari.
Per chi si fosse perso la scorsa settimana l'elenco dei convocati, eccolo a voi qui sotto riproposta.
Ora in campo, e come diceva Menotti prima di entrare in campo "tirate fuori tutti i vostri sogni"...
Colonna sonora "Acquarello" di Toquinho



LIBERO 15 Giugno 2014
Quel dito puntato verso il cielo che lo fa assomigliare a un supereroe, chiama la palla Van Persie, la chiama con sicurezza e coraggio, un po’ come fece Pelè nel film “fuga per la vittoria”, quando disse: “risolvo io la partita” e poi salì in bicicletta verso il cielo e ficcò la palla in rete. Van Persie ha fatto una cosa ancor più difficile, in cielo è salito senza bici, si è librato in aria con un gesto che ha stupito il mondo. Erano le ali di Van Basten a sostenerlo, il cigno ha passato il testimone. Ci vogliono capacità e coraggio per compiere un simile gesto, le stesse doti che servono per scovare e puntare su un titolo come Cobra. Sembra una partita impossibile, Cobra galleggia da mesi appena sopra lo zero, a fine 2011 si effettua un aumento di capitale, uno di quelli a cui il pubblico non partecipa (perché troppo conveniente e poco pubblicizzato), 2 anni di purgatorio, quando mi accorgo di un piccolo scatto e quel dito puntato in alto che richiama la mia attenzione. Siamo a 0,38, compro e lo segnalo. Il primo obiettivo a 0,80 sembrava un abbaglio e una spacconeria. Ci siamo arrivati. Era solo l’inizio della scalata, seguì la vendita della Octo di Montezemolo ai russi, il business delle scatole nere che anche Cobra stava sviluppando, fino al passaggio finale, l’Opa di Vodafone: goal!
Certo, non basta un grande goal per costruire un portafoglio, un giardino pieno di fiori, bisogna saper fare anche quelli semplici ma efficaci, alla Thomas Muller, tanto impegno e costanza, e poi arriva anche la ciliegina sulla torta. Perché la fortuna, se la cerchi, prima o poi arriva, chiedete a Cobra.
PIAZZA AFFARI: l’arrampicata verso 24,000 continua. In occasione dei Mondiali in Brasile, ecco la formazione della nazionale di Piazza Affari:
ENI (Buffon): una saracinesca contro i tiri degli orsi;
BIESSE e KINEXIA (Darmian e De Sciglio): giovani e pieni di energia, hanno molto fiato per correre veloci;
FINTECNICA (Barzagli): solidità ed estetica portano a casa il risultato. Ipo da sottoscrivere.
TELECOM (Chiellini): anche con un (ex) titolo difensivo si va in goal, e vedrete quanti.
MPS (De Rossi): sembra pronto a esplodere, poi affonda, ma rinasce sempre dalle proprie ceneri. Ora è maturo, vuole lo scettro di Piazza Affari.
FIAT (Pirlo): più volte dato per finito, ha sempre stupito con le sue magie. Prestigiatore.
ESPRINET (Candreva): grazie alle sue bordate si faranno molti goal. Vedrete sopra 9.
BET (Verratti): è il gioiellino da svezzare. Siamo solo all’inizio di una grande carriera. Bisogna solo avere pazienza.
ELICA (Marchisio): non si nota, finchè non fa goal, e allora ti penti per non aver puntato su di lui. Affidabilità.
TISCALI (Balotelli): tanti goal e tanti errori. La maturazione sembra arrivare, è il momento di puntare al pallone d’oro. Quota 1 euro per la consacrazione.
NOKIA (Thiago Motta): il nostro oriundo, straniero, ma quotato anche in Italia. Sembra svanire, ma è sempre lì, inamovibile.
CHL (Cassano): talento sopravvalutato o sacrificato? 2014 è l’anno della risposta.
La nazionale è fatta, giochiamo il nostro Mondiale.

22 commenti:

Buddy Fox ha detto...

Tra l'Italia e Prandelli è stato un "fast love", buon compleanno George Michael

Anonimo ha detto...

CTIC (Paletta): ottimo per andare a farfalle

Buddy Fox ha detto...

E' vero, oggi è Mercoledì, rispettiamo il silenzio stampa

katto ha detto...

Stanno liquidando le posizioni in plus per pagare ritenute al 20 anziche 26. ultimo giorno per liquidarle con vecchia aliquota era ieri, pero'. Che gantasia che ho. Mah

Anonimo ha detto...

Ciao Buddy,
su Libero di inizio mese scrivevi che secondo te la correzione per ctic biopharma (e non + ctic da commento sopra anonimo) era finita..sei sempre della stessa opinione? ti chiedo questo perchè io più che altro guardo i grafici e non mi sembra proprio in forma adesso, mi sembra debole...poi boh sbaglio spesso quindi..grazie
Francesco

Anonimo ha detto...

Scusa Buddy ma Fintecnica è l'IPO di Fincantieri? Ciao black Magic

nonis massimo ha detto...

E Profilo l'hai messa in panchina ?? Sarà mica Rossi?

Buddy Fox ha detto...

@blackmagic hai ragione e non me ne ero neanche accorto, pensa come sono messo!!!
@max ho dovuto sintetizzare mancava la panchina. Dici che era meglio se fosse stata Immobile?
@Francesco abbi pazienza

Anonimo ha detto...

Fintecnica? Mi sembrava Fincantieri....

Anonimo ha detto...

E banca carige chi é? Un aggiornamento su questa tua preferita che adesso é un bagno di sangue?
Kun

Anonimo ha detto...

Tutti allenatori e tutti prof vero bud?
Io accumulo su elica...
se arrivano davvero i bruce lee poi vedi ;)
G.

cacaliban ha detto...

ma su aedes ci sono solo io? sabato si parla di assemblea e di "ristrutturazioni"... qualcuno ha qualche idea?

Buddy Fox ha detto...

Banca Carige ho appena aderito all'aumento. Non capisco l'espressione "bagno di sangue" quando è in corso un'operazione a forte sconto, arriveranno nuove azioni in carico a 0,10. La vita inizia ora

Anonimo ha detto...

x le banche ok....
ma Elica è proprio come marchisio.
da ROSSO!
mah

Roberto ha detto...

Per i vecchi di CHL (che non hanno aderito al prestito obbligazionario) che si fa? Scappiamo con i quattro stracci rimasti? Il brutto è che qui non siamo neppure "innamorati" del titolo (il più grave errore della storia borsistica), ma lo odiamo proprio!
Bud, fai un appello ai lettori in gain da Cobra per comprare ognuno un kit per l'ossigenoterapia, gli sale il fatturato e magari a 0.060 ci arriviamo.... è un favore che ti devono!

Anonimo ha detto...

Non posso fare altro che associarmi all'appello di cui sopra.
Saluti, Alberto

Ax ha detto...

Chl...mamma mia che tragedia.

Rcs....buddy che dici?
Si deve attendere lo sviluppo delle liti di Della Valle con gli Agnelli e le varie parti in causa?

a ha detto...

chl
l'ossigeno terapia è vetusta e di poco appeal e soprattutto poco redditizia....

Anonimo ha detto...

buddy l'elica non decolla....
e conte, marchisio, l'ha tenuto in panchina ogni tanto.... meglio puntare su Cerci ed Immobile?
potremmo paragonarli ad Anima e Profilo??

Poldo.

Anonimo ha detto...

Buongiorno.
Ho una considerazione da fare:
il titolo generali è da ottobre che tutte le volte che tocca zona 15,95 circa poi risale, e con esso tutto il listino fa il solito balzello
aggiugiamo il fatto che è estate... dovremmo essere pronti alla ripartenza...
Sig. buddy lei che dice ?
questa fiacca a milano è irritante

Ax ha detto...

Io nn sono nessuno ma secondo me...siamo pronti a ripartire....magari uno scossone ci fa chiudere il gap e poi si va verso 24000/25000.

Ps. Interessanti i 10milioni di pezzi scambiati oggi su CHL.

Anonimo ha detto...

cti biopharma ed elica... dai ragazzi che si risale!
"luglio col bene che ti voglio..."
:)