13 luglio 2012

C'ERA UNA VOLTA LE GRIDA A PIAZZA AFFARI - A un anno esatto dalla crisi, torna Berlusconi! E anche Everardo (x fortuna!)

C'è un minimo comune denominatore che lega in questa delicata fase di mercato sia i pessimisti a oltranza che i rialzisti, entrambi pensano che per vedere il Toro (rialzo) sia necessaria una capitolazione di Borsa che faccia piangere e arrendere tutti i piccoli risparmiatori. Ovvero la disperazione, prima della resurrezione.
Una frase che si è usata molte volte per giustificare il panico, la catastrofe prima della ricostruzione, questo è uno degli esempi, a mio avviso questa tesi non è sempre valida, e la situazione che stiamo vivendo è proprio l'eccezione che conferma la regola.
Per quel poco che conosco e che posso sapere, la maggior parte dei portafogli di piccoli  e grandi risparmiatori, cassettisti e anche molti trader defunti è composta di titoli e posizioni che soffrono una perdita tra il 50% e l'80%, se non peggio. Posizioni che hanno raggiunto una tale longevità da meritarsi persino la pensione della Fornero. Secondo voi, a queste persone, cosa cambierebbe vedere una Borsa che crolla di un altro 30%? Pensate che andrebbero a vendere titoli che da 100, ora valgono 10 e sono calati fino a 7? Titoli posseduti per 10 anni e oltre?
Non credo a queste ipotesi.
Anzi penso che questo ragionamento (e di ciò me ne vergogno) l'abbiano adottato anche i politici, solo così si può spiegare la loro ritrosia e atteggiamento volto a destabilizzare l'Euro, il lavoro di Monti e l'economia italiana nel suo insieme. Facciamo saltare tutto, pensano, tanto anche se la Borsa crolla alla gente non frega nulla, in questo momento i pensieri sono altri. Solo così possiamo giustificare le esternazioni di Grillo, il ritorno di Berlusconi, la volontà di uscire dall'Euro di alcuni pazzi e forse ignoranti.
Se la Borsa, in questa fase di mercato e di vita sociale, non è più un argomento di primo piano, questi signori dimenticano che lo è invece il Tasso d'Interesse che a oggi abbiamo etichettato come SPREAD. Se la situazione politica in Italia peggiora, il problema non è che arriva la scure di Moody's, ma che lo SPREAD sale, i tassi d'interesse salgono, e tutto il lavoro di Monti, e il nostro nel pagare le tasse, non sarà servito a nulla. Sacrifici che ci impongono, che sopportiamo e che la Politica irresponsabilmente e allegramente, azzera.
Ragionamento insensato? Meglio leggere quanto dice il saggio veterano Everardo... quale gradito ritorno!
Per fortuna è ancora con noi. Io intanto mi prendo qualche giorno di pausa con il BLOG.

Buongiorno Sig. Fox.
Le scrivo dopo tanto, più che altro dopo aver letto il suo appello. Guardi, io penso che mai come adesso, la gente non sia più interessata ormai ai mercati azionari. Secondo il mio modesto parere adesso siamo nella fase finale, quella dello scoramento del parco buoi (sarà per questo che adesso si sale?). Cosa cambia per il piccolo investitore se il Fib tornerà a 20.000? Vede , credo che la gente ormai martellata dalla televisione, e tartasata dalle tasse (vedasi IMU appena pagata) avrebbe bisogno di una bella vincita al supernenalotto. Le scrivo anche perchè ho visto le statistiche giovanili sul mondo del lavoro al 36%. Sono preoccupatissimo. Mi diceva mio figlio...perchè dovrei spendere soldi per far fare un domani l'Università ai miei figli e consegnargli in Pezzo di carta che In Italia non vale praticamente niente (figuriamoci all'Estero!).Allora non ci meravigliamo se chi può manda a studiare i figli in Inghilterra oppure li manda a lavorare direttamente lì. Monti per carità è un brava persona, ma credo non sia lungimirante. Gli Italiani non stanno investendo sul loro futuro. E sa qual è il problema più grande? Che alla domanda di mio figlio non ho trovato altra risposta che dire...hai ragione figlio mio. Quindi secondo Lei...cosa vuole che cambi se il Fib Torna a 20.0000 entro Agosto? Chi ha ancora risorse da destinare al Mercato?...Buona Giornata sig. Fox
Everardo. 





email: paninoelistino@gmail.com Pubblicato da Buddy Fox

6 commenti:

Not_Only ha detto...

Bud, mi spiace se è uno a cui tieni ma se scrive "E sà qual'è", facendo 2 errori in due parole, ha ben altri problemi che occuparsi del FTSE MIB

Buddy Fox ha detto...

Grazie x la segnalazione, ho corretto.
La colpa è mia che non ho controllato. Mi dispiace se le persone a cui voglio bene, a causa mia, fanno brutte figure.
ciao
Buddy

Mk ha detto...

buone vacanze buddy!

concordo parzialmente con questo post: io credo che nella borsa ci siano due tipi di giocatori, quelli piccoli (il parco buoi per intenderci) e le mani da 90. Forse i primi non si preoccupano molto del mercato, ma chi lo dirige sono sempre i pezzi da 90: se questi vogliono un crollo, questo ci sarà anche se a buona parte degli investitori (contandoli per teste e non per capitale) non frega più niente...

per come la vedo io, ci si può solo aggregare con una strategia vantaggiosa per sé stessi, ossia che non contrasti con quello che i pezzi da 90 hanno già deciso.

Buddy Fox ha detto...

D'accordissimo MK, volevo solo far capire che la politica facendo crollare la Borsa non perderebbe voti, perchè gli elettori i "piccoli o grandi risparmiatori" non avrebbero nessun cambiamento se i cadaveri in portafoglio ricevessero un ulteriore riduzione, sempre cadaveri rimangono, anche se salgono del 50%, per la legge della matematica, sempre cadaveri rimangono.
ciao
Buddy

Not_Only ha detto...

Ottimo MK

Mk ha detto...

grazie a tutti :)